BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Giro d'Italia 2013 / Diciassettesima tappa, Caravaggio-Vicenza (214 km): il percorso

Pubblicazione:mercoledì 22 maggio 2013

Filippo Pozzato (Infophoto) Filippo Pozzato (Infophoto)

GIRO D'ITALIA 2013, 17ESIMA TAPPA CARAVAGGIO-VICENZA (214 KM): IL PERCORSO – Sulla carta, oggi ci attende una tappa di “trasferimento” prima dei tre giorni che decideranno l'edizione numero 96 del Giro d'Italia. Intanto, oggi si corre la Caravaggio-Vicenza, 214 km quasi interamente in Pianura Padana, ma con una salitella nel finale che potrebbe ancora una volta rovinare i progetti dei velocisti rimasti in gruppo. Qualcosa di simile a quanto successo ieri, con l'attacco vincente di Benat Intxausti e alcuni cambiamenti significativi nella classifica generale sempre comandata da Vincenzo Nibali. Bisogna subito precisare che il percorso della tappa di oggi, perché non c'è un Moncenisio in partenza, e soprattutto perché lo strappo finale di Crosara non è impegnativo come quello di ieri verso Andrate, ma è molto probabile che anche oggi qualcuno attacchi e quindi per i velocisti sarà complicato rimanere a contatto con i migliori. La carovana ha dovuto affrontare un trasferimento piuttosto lungo da Ivrea (sede dell'arrivo di ieri) a Caravaggio, località della provincia di Bergamo nota per il suo Santuario dove questa mattina il ritrovo è fissato alle ore 10.45 e la partenza alle 12.15. Come si diceva, la frazione si svilupperà quasi per intero nella Pianura Padana, per cui sotto il profilo altimetrico non ci sarà di fatto nulla da segnalare fino a circa 30 km dall'arrivo. Ricordiamo allora semplicemente che il rifornimento ufficiale sarà a Valeggio sul Mincio (km 97,4) e che i due traguardi volanti saranno posti rispettivamente a San Bonifacio (km 150,3) e ad Orgiano (km 172). Certamente ci sarà spazio per la classica fuga da lontano, ma la corsa si accenderà nel finale, per l'esattezza superato il paese di Nanto, quando avrà inizio la salita verso il Gpm di Crosara: 5,3 km di ascesa, nulla di memorabile in quanto si tratta di una salita di quarta categoria, ma attenzione perché la punta di pendenza massima sarà del 12% e se ci saranno attacchi seri la fatica si farà sentire nelle gambe di moltissimi atleti. Attenzione anche alla discesa, che si annuncia molto veloce e anche tecnicamente impegnativa.


  PAG. SUCC. >