BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Giro d'Italia 2013 / Le possibili modifiche al percorso delle tappe di venerdì e sabato

Pubblicazione:mercoledì 22 maggio 2013 - Ultimo aggiornamento:giovedì 23 maggio 2013, 13.34

Infophoto Infophoto

Il Giro d'Italia ha in programma da domani a sabato le tre tappe decisive, ma il maltempo potrebbe metterci pesantemente lo zampino. Infatti, venerdì nella Ponte di Legno-Val Martello sono in programma il Passo Gavia e lo Stelvio prima dell'ascesa finale, mentre sabato la Silandro-Tre Cime di Lavaredo è il classico tappone dolomitico in cui bisognerà affrontare nell'ordine il Costalunga, il San Pellegrino, il Giau, il Tre Croci e appunto la salita finale. L'unica certezza è per la cronoscalata Mori-Polsa di domani (clicca qui per sapere come seguire la tappa in diretta tv e in streaming), per la quale non ci saranno problemi, ma per i due tapponi le difficoltà da affrontare non mancano viste le previsioni non confortanti e l'altitudine. Naturalmente le vette più alte sono quelle più a rischio: quindi il Gavia (2618 metri) e lo Stelvio (Cima Coppi con i suoi 2758 metri) venerdì, il Giau (2236 m) e le Tre Cime di Lavaredo (2304 m) sabato. Questa primavera tra le più perturbate che si ricordino in Italia sta dunque obbligando gli organizzatori di Rcs Sport a preparare un piano alternativo, con in primo piano la sicurezza dei corridori. Per venerdì è allo studio un percorso alternativo che mantenga l'arrivo in Val Martello e possa prevedere altre salite per mantenere il valore della tappa. Più difficile è la situazione per sabato, perché le distanze da percorrere sono maggiori e si resta sempre in quota, per cui è più difficile studiare percorsi alternativi. Al momento il Giau risulta impraticabile e anche le Tre Cime sono in forse. Corridori e appassionati – che sono pronti a seguire dal vivo le tappe più affascinanti della Corsa Rosa – sono in attesa di notizie.



© Riproduzione Riservata.