BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta / Brescia-Livorno live: la partita comincia!

Brescia-Livorno, la partita in diretta. Semifinale di andata dei playoff di serie B: i labronici in campionato hanno fatto 18 punti in più dei lombardi, ma devono passare da queste partite

Foto Infophoto Foto Infophoto

BRESCIA-LIVORNO FORMAZIONI UFFICIALI 1. Arcari; 15. Zambelli (Cap.), 21. De Maio, 3. Daprelà, 8. Scaglia; 19. Finazzi, 5. Budel (Vice Cap.), 20. Rossi; 24. Sodinha, 32. Corvia; 9. And. Caracciolo. Allenatore: Calori A disposizione: 22. Russo; 6. Ant. Caracciolo, 7. Picci, 11. Mitrovic, 14. Maximiliano, 17. Benali, 18. Lasik 1. Mazzoni; 5. Decarli, 27. Emerson, 17. Ceccherini; 28. Schiattarella, 10. Luci (Cap.), 23. Duncan, 11. Lambrughi; 16. Gentsoglou; 7. Belingheri; 9. Paulinho (Vice Cap.). Allenatore: Nicola A disposizione: 33. Aldegani; 3. Gemiti, 6. Salviato, 8. Dionisi, 15. Molinelli, 20. Dell’Agnello, 24. Bigazzi.

Iniziano alle 18:30 di oggi i playoff di serie B. Alla fine le squadre che inseguivano le prime ce l'hanno fatta: i punti di distanza tra la terza e la quarta sono 8 a fine stagione, quindi è salvaguardata la "post season" che da quando esiste si è sempre giocata, a eccezione del 2006/2007 quando Juventus, Napoli e Genoa salirono in serie A direttamente. Nel pomeriggio le prime a scendere in campo sono Brescia e Livorno: si sfidano la sesta e la terza del campionato, separate da 18 punti in classifica e con gli scontri diretti che sorridono ai labronici. Il ritorno si è giocato 22 giorni fa: in Toscana gli uomini di Davide Nicola hanno vinto 3-0, mentre al Rigamonti era finita 0-0. Qui però si azzera tutto: la formula prevede una partita di andata e una di ritorno (domenica) con formula simile a quella delle coppe, con una sola eccezione, ovvero che i gol in trasferta non esistono, e non ci sono tempi supplementari. Significa che il Livorno ha un grande vantaggio: si può permettere di "pareggiare" l'eventuale risultato che uscirà dalla sfida di oggi per centrare la finale. Con due pareggi i labronici avanzano, ma lo farebbero anche se dovessero, per esempio, perdere 1-0 e poi vincere con identico risultato, o con qualunque punteggio. Ecco perchè il Brescia è semi-costretto a vincere bene stasera. Sia Alessandro Calori che Davide Nicola hanno parlato di una gara in cui non si potranno fare calcoli e bisognerà puntare a vincere, e in questo senso mandano in campo le formazioni migliori. In più il Livorno ha una statistica che gioca a suo vantaggio: nei sette precedenti in cui si sono disputati i playoff, in sei occasioni a essere promossa in serie A è stata la squadra che era arrivata terza in classifica. Fa eccezione lo scorso campionato: passò la sesta. Si vedrà chi avrà la meglio: arbitra Ciampi di Roma.

Il Brescia è giunto sesto in campionato. 62 punti, con 15 vittorie, ben 17 pareggi e 10 sconfitte. In casa il bilancio parla di appena due sconfitte, con 32 gol segnati e 17 subiti; le Rondinelle come era accaduto lo scorso anno hanno completato una grande rincorsa che ha permesso loro di centrare il traguardo all'ultima giornata, con la vittoria per 2-0 sul Varese che si era "suicidato" nelle due partite precedenti. E' la quarta volta che il Brescia partecipa ai playoff: li ha vinti una volta sola, nel 2010, quando in semifinale si è liberato del Cittadella (vittoria e sconfitta per 1-0 e passaggio del turno per il miglior piazzamento in classifica) e poi in finale ha battuto il Torino, pareggiando 0-0 in Piemonte e vincendo 2-1 al Rigamonti. Le altre due volte non era andata altrettanto bene: nel 2007/2008 ha perso le semifinali contro l'Albinoleffe (vittoria e sconfitta, ma era messa peggio come classifica), nel 2008/2009 ci ha riprovato venendo stavolta sconfitto in finale (attenzione: proprio dal Livorno che vinse 3-0 in casa dopo il 2-2 di Brescia, in un playoff in cui c'era anche l'Empoli). Non è mai partito dalla sesta posizione, e quel precedente contro i labronici non fa troppo ben sperare, ma di sicuro è la squadra che ha centrato più promozioni dalla B alla A (11). Il Livorno invece, al pari di Empoli e Novara, è alla seconda partecipazione: c'è il 100% di realizzazione, perchè in quell'anno i toscani, allenati da Leonardo Acori, furono terzi in campionato ed eliminarono il Grosseto ribaltando lo 0-2 dell'andata con il 4-1 del Picchi, andando poi a battere il Brescia come abbiamo visto. Curiosità: di quella squadra facevano parte alcuni protagonisti dei playoff di quest'anno. I due principali cannonieri furono Tavano (oggi all'Empoli) e Diamanti (37 gol in due), ma in campo c'erano anche Perticone (oggi a Novara) e Paulinho (ancora con i labronici), mentre Emanuele Terranova è stato già promosso con il Sassuolo. Per il Livorno il campionato si è chiuso con il terzo posto: 77 gol segnati (secondo miglior attacco del torneo) per un totale di 80 punti, che tuttavia non è stato sufficiente per la serie A diretta. Il bilancio esterno parla di 10 vittorie, 8 pareggi e 3 sconfitte. Bortolo Mutti ha parlato di grande incertezza in questi playoff (clicca qui per l'intervista esclusiva) ed effettivamente a bocce ferme non è facile stabilire chi avrà la meglio. Intanto godiamoci questa partita di andata al Rigamonti: Brescia-Livorno sta per cominciare…