BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Roland Garros 2013 / Farina: Nadal e Williams i favoriti, e Sara Errani...(esclusiva)

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

A Roma è stato chiaro che ormai lo soffre troppo, non c'è partita. La speranza di rivedere Federer alzare un trofeo è che Nadal esca; Djokovic non l'ho visto benissimo, sia a Madrid che a Roma è uscito presto. Certo in uno Slam hanno sempre la possibilità di ritrovarsi, ma onestamente…

Onestamente? L'unico favorito rimane Nadal. Murray si è cancellato, restano Djokovic e Federer. Non va sottovalutato Ferrer, ma anche lui non ha mai vinto contro Nadal. Dipende anche dagli accoppiamenti, ma credo che Rafa sia il candidato numero uno.

Tra i talenti emergenti abbiamo notato un ottimo Janowicz a Roma. Può ripetersi a Parigi? Sì, perchè è giovane e ha tanta voglia di arrivare; ha potenziale e un gran servizio. Certo la terra battuta non è la sua superficie favorita, ma il talento c'è. Questi giovani mancano magari di continuità, ma ci sanno fare; il circuito ha bisogno di volti nuovi.

Può indicarne qualcuno oltre al polacco? C'è Dimitrov, e poi Benoit Paire. Sono volti nuovi che hanno talento e possono fare bene.

In campo femminile invece? Qui è più dura dirlo, perchè non ho visto grossi fenomeni. Sloane Stephens ormai è già affermata, è già nella Top 20; nuove leve intorno al numero 80 del mondo che possano emergere sinceramente ne vedo poche.

Cosa pensa delle nostre due ragazze, Camila Giorgi e Nastassja Burnett? La Giorgi non la reputo italiana; non gioca la Federation Cup, non viene a fare il torneo a Roma, si allena con il padre in America… diciamo che è italiana, ci fa comodo, ma "sportivamente" per me non lo è. Ha un buon potenziale, ma gioca sempre in modo rischioso perciò non ha tanti margini; non è conservativa e per questo ha poca costanza. Questi equilibri però possono cambiare con il lavoro, perchè è ancora giovane.

Per quanto riguarda la Burnett? Nastassja ha buon carattere e buona tecnica. Deve fare un grande salto fisico per poter gareggiare ad alto livello, ma è giovane, ha potenziale e ampi margini di miglioramento.

 

(Claudio Franceschini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.