BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Roland Garros 2013 / Oggi sei italiani e l'esordio di Nadal. Il programma

Il tempo dovrebbe tenere: al Roland Garros va in scena la seconda giornata. In campo sei italiani (c'è Roberta Vinci), esordio per Nadal e Berdych, giocano anche Agnieszka Radwanska e Kerber

Foto InfophotoFoto Infophoto

Al Roland Garros, per ora, il tempo tiene. Ieri si è giocata la prima parte del primo turno dei rispettivi tabelloni, maschile e femminile; nessuna grossa sorpresa, se si eccettuano un paio di eliminazione tra le donne. Di Venus Williams potevamo anche sapere, perchè ormai - purtroppo la maggiore delle sorelle americane non è più competitiva e anche una Top 40 in crescita come Urszula Radwanska la può battere come è successo (in una partita bellissima, con i primi due set finiti al tie break in una sarabanda di break e controbreak). Meno scontata l'eliminazione di Nadia Petrova, battuta impietosamente da Monica Puig, portoricana di 19 anni attualmente al numero 86 al mondo. Se è nata una stella non lo sappiamo ancora, perchè la russa non è nuova a prendersi batoste del genere. Oggi in campo gli altri protagonisti del primo turno: ci sono sei italiani, a cominciare da Roberta Vinci che avrà il pubblico contro nell'affrontare Stephanie Foretz Gacon (sul campo 1), avversaria comunque ampiamente alla sua portata. Flavia Pennetta, orario permettendo, sfida Kirsten Flipkens in una partita che forse al netto del suo polso ancora in via di guarigione sarebbe più abbordabile. Lo è in assoluto l'impegno di Francesca Schiavone che trova sul campo 3 l'ungherese Melinda Czink, fuori dalle prime 100. Dovessero vincere entrambe sarebbe derby al secondo turno, tra due giocatrici che si conoscono benissimo avendo condiviso tante esperienze (e le sfide in doppio) in Federation Cup. Sul campo 7 Karin Knapp ha la partita più difficile di tutte, contro quella Sloane Stephens già stabilmente nelle prime 20 al mondo anche se alla ricerca della definitiva esplosione dopo la semifinale agli Australian Open. Tra gli uomini, ad aprire sul campo 8 è Paolo Lorenzi, che contro Tobias Kamke può anche sperare di fare il colpo; non dovrebbe essere un problema il superamento del turno per Fabio Fognini, che affronta un altro tedesco come Andreas Beck. La previsione è che tutti gli uomini arrivino al secondo turno, mentre con un po' di fortuna tra le donne potremmo ritrovarne almeno tre oltre a Sara Errani che si è già qualificata ieri (insieme ad Andreas Seppi). Tra le altre partite, da segnalare l'esordio di Rafa Nadal che difende il titolo (gioca contro Daniel Brands) e Tomas Berdych che sfida un insidiosissimo (anche perchè in casa) Gael Monfils, che qui nel 2008 ha raggiunto la semifinale ma purtroppo tra un infortunio e l'altro è scivolato fuori dai primi 80 del ranking ATP. In campo anche Jo-Wilfried Tsonga cui i francesi chiedono l'exploit (ha Federer dalla sua parte: giocando in modo perfetto potrebbe anche arrivare la finale), mentre in campo femminile è il giorno dell'esordio per Agnieszka Radwanska, e attenzione alla partita sul Suzanne Lenglen tra Caroline Wozniacki e Laura Robson: sorteggio impietoso per l'inglesina che trova subito una Top 10 sulla sua strada. Ha però le qualità per venirne fuori, anche perchè la Wozniacki non è nuova a cali mentali e tecnici nel corso della partita. Interessante anche il derby tedesco tra Angelique Kerber, che a Roma si è cancellata dal tabellone per un problema fisico che l'aveva già condizionata a Madrid, e Mona Barthel, numero 35 del ranking WTA.