BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni / Empoli-Livorno: ultime novità (Serie B, andata finale playoff)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Davide Nicola è ottimista: nonostante la sua squadra abbia penato più del dovuto contro il Brescia (qualificandosi con due pareggi) il tecnico labronico ispira fiducia: "Abbiamo fatto 80 punti eppure siamo ancora qui a giocarci la serie A; è il regolamento". In termini decisamente più polemici si era espresso il presidente Spinelli in settimana, Nicola invece non cavalca l'arogmento e prosegue: "Siamo pronti di testa e gambe, lo abbiamo dimostrato rimontando due volte il Brescia. Gli avversari? Sono stato compagno di Saponara a Ravenna, lui era giovanissimo ma si vedeva già allora che aveva grandi doti. L'Empoli merita rispetto, è ricco di talento individuale ed è ben organizzato". Poi sul modulo: "A Brescia con il 3-5-2 eravamo partiti bene ma ci siamo disuniti pian piano; abbiamo tante soluzioni possibili". E' possibile che si veda il 3-4-1-2, nel quale l'escluso sarebbe Duncan con Luci e Gentsoglou davanti alla difesa (probabilmente), altrimenti spazio al 3-5-2 con Belingheri fuori e un centrocampista in più. Non cambia niente ovviamente davanti con Paulinho e Dionisi, nè dietro dove Emerson comanderà il reparto insieme a Bernardini e Ceccherini. In porta ancora una volta Mazzoni, sugli esterni confermatissimi Schiattarella e Lambrughi. 

E' più lunga la panchina di Nicola: con il 3-5-2 il tecnico del Livorno avrebbe a disposizione una grande arma come Belingheri, che può cambiare la partita in corso; ma c'è anche Dell'Agnello, e poi Bigazzi e un giocatore esperto come Gemiti. Le soluzioni ci sono.

E' stato respinto il ricorso per le tre giornate di squalifica di Fiorillo, che dunque ancora una volta sarà costretto a saltare la partita. Indisponibili invece Cellerino e Luca Siligardi, che ormai manca da parecchio tempo e, chissà, forse avrebbe portato la serie A diretta se fosse stato ancora a disposizione. Anche Nicola deve stare attento ai diffidati: Lambrughi e Luci, Duncan ma soprattutto Dionisi e Belingheri.