BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIRO D'ITALIA 2013/ Numeri e curiosità della corsa rosa

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Scatta sabato l'edizione numero 96 del Giro d'Italia. Come Paese non lo vinciamo dal 2011, quando Michele Scarponi approfittò della squalifica per doping di Alberto Contador e precedette sul podio Vincenzo Nibali; nel 2010 l'ultima vittoria italiana non decretata a tavolino, quella di Ivan Basso che finì davanti a David Arroyo. Si inizia da Napoli: l'ultima volta era successo nel 1963, mentre è dal 2009 che una tappa non partita dal capoluogo della Campania. Al via 207 corridori suddivisi in 23 squadre, che si daranno battaglia per 21 tappe, da Napoli a Brescia, lungo un percorso di 3.458, 8 chilometri. Ci sono tre cronometro: la cronosquadre di Ischia di domenica, poi la Gabicce Mare-Saltara all'ottava tappa, infine la cronoscalata Mori-Polsa alla 18esima. Cinque gli arrivi in montagna: a Montasio, Bardonecchia, sul Galibier, a Val di Martello, sulle Tre Cime di Lavaredo. Giro per scalatori con 39 montagne da affrontare, 11 GPM di prima categoria, 11 di seconda categoria, 7 di terza e 10 di quarta; ma anche giro per velocisti che avranno almeno sette tappe per provare a vincere la giornata. Due i giorni di riposo, entrambi di lunedi (13 e 20 maggio). Mille euro per ogni corridore che chiuderà in maglia rosa la tappa, 11.010 euro al vincitore di ogni tappa, 90.000 euro di montepremi a chi arriverà a Brescia in testa alla classifica e succederà nell'albo d'oro a Ryder Hesjedal, il canadese che un po' a sorpresa ha trionfato lo scorso anno. A proposito di albo d'oro: l'Italia lo domina con 68 vittorie (le 5 di Alfredo Binda e Fausto Coppi sono record, detenuto insieme a Eddy Merckx) davanti alle 7 del Belgio (5 solo del Cannibale), ed è davanti anche per vittorie di tappa, con un podio tutto tricolore che dice Cipollini 42, Binda 41, Guerra 31 (il primo straniero, ancora una volta, è Eddy Merckx, dietro anche a Costante Girardengo). Felice Gimondi è il corridore ad aver totalizzato più podi (9), Alfredo Binda ha 12 vittorie di tappa (Petacchi segue a 9). Il Giro più corto è quello di esordio: 2.245 Km, vinto da Luigi Ganna. Il più lungo nel 1949, 4.337 Km con Fausto Coppi a trionfare davanti a Bartali. Il vincitore più anziano è Fiorenzo Magni, che nel 1955 ha vinto il suo terzo e ultimo Giro all'età di 34 anni e 180 giorni; il più giovane, naturalmente, Fausto Coppi, che nel 1940 stupì tutti prendendosi la corsa a 20 anni e quasi nove mesi. Tutti record storici: ne cadrà qualcuno in questa edizione?



© Riproduzione Riservata.