BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

GIRO D'ITALIA 2013/ Prima tappa, Napoli-Napoli (130 km): il percorso

Oggi il Giro d'Italia 2013 inizia con la prima tappa Napoli-Napoli (130 km): frazione breve e velocissima, perfetta per i velocisti che si giocheranno successo e maglia rosa. Il percorso

Mark Cavendish (Infophoto)Mark Cavendish (Infophoto)

Oggi si comincia, e Napoli vuole regalare al mondo una “cartolina” memorabile con tutte le sue bellezze: la prima tappa del Giro d'Italia 2013, edizione numero 96 della Corsa Rosa, prevede un velocissimo percorso di 130 km che si snoda per intero all'interno del territorio comunale del capoluogo campano. Tappa naturalmente per velocisti, novità rispetto alle abitudini degli ultimi anni: infatti l'ultimo debutto con una tappa in linea risale al , quando a Lecce un allora emergente Petacchi batté Cipollini che vestiva la maglia iridata. Da allora solo cronometro nel primo giorno, oggi si torna allo spettacolo delle ruote veloci, che andrà in scena sul lungomare Caracciolo attorno alle ore 17.00-17.15 con Mark Cavendish nel ruolo di grande favorito. Ma andiamo con ordine: il ritrovo di partenza sarà in piazza Plebiscito dalle ore 12.50 alle 14.10, poi il trasferimento per la partenza in via Caracciolo, con il via ufficiale alla tappa e al Giro che sarà dato alle ore 14.20. La tappa sarà formata da due diversi circuiti: il primo di 16,4 km sarà da ripetere quattro volte e permetterà un giro molto ampio di tutta la città, compresa la salitella verso Posillipo che – nel secondo e nel terzo passaggio – varrà pure come Gran Premio della Montagna di quarta categoria. Nulla di impegnativo, ma ci sarà battaglia per conquistare la prima maglia azzurra. Poi ci sarà il circuito di 8,050 km da ripetere per otto volte, che di fatto è un dimezzamento del circuito precedente togliendo la parte verso Posillipo: resterà così un percorso velocissimo tutto in centro città, che darà vita ad un grande spettacolo perché il successo nella prima tappa e la prima maglia rosa sono sempre risultati ambitissimi, che per molte squadre vorrebbero già dire mettere in positivo il bilancio di questo Giro. L'arrivo – come già detto – sarà sul lungomare Caracciolo all'altezza della rotonda Diaz: il rettilineo finale sarà di 950 metri, perfetto per sviluppare la massima potenza degli uomini-jet.

(Mauro Mantegazza)

© Riproduzione Riservata.