BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Udinese-Sampdoria (3-1): i voti e il tabellino della partita (serie A, 35esima giornata)

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Romero 5: incolpevole sui primi due gol, più che colpevole sul terzo: con un passaggio sconsiderato serve a Muriel un pallone su cui era scritto "puniscimi", e il colombiano non si fa pregare e trafigge l'estremo difensore con una rasoiata.

Mustafi 5: completamente in balia delle giocate del reparto offensivo friulano.

Rossini 6.5: mantiene i nervi saldi anche nei momenti in cui la pressione offensiva dell'Udinese si fa più forte, e compie un intervento che vale un gol nel primo tempo, recuperando da dietro su Di Natale a tu per tu con Romero.

Castellini 6: un paio di buone chiusure su Muriel nella ripresa, qualche disattenzione di troppo nella prima fase di gara.

De Silvestri 5: la spinta sulla fascia sinistra è praticamente nulla: non supera mai la metà campo, facendosi schiacciare dalle iniziative di Basta. (Berardi, dall'80', s.v.)

Poli 6.5: qualche buona giocata nel primo tempo ad ispirare le punte, si spegne gradualmente col passare dei minuti nella ripresa. (Maxi Lopez, dal 78', s.v.)

Obiang 5.5: un tiro dal limite che non impensierisce più di tanto Brkic è troppo poco come bottino personale complessivo nell'arco di 90'. Qualche buon pallone recuperato, ma anche troppe palle perse a centrocampo.

Renan 5: non una buona prestazione del mediano blucerchiato, che non è in grado di dare velocità alle giocate dei suoi per innescare le ripartenze dei due giocatori d'attacco.

Estigarribia 4.5: pessima gara dell'esterno paraguaiano, lontano parente del giocatore di inizio stagione che spingeva sulla fascia come un pendolino mettendo in mezzo cross invitanti per i compagni.

Icardi 4: decisamente non pervenuto. Dopo le tante belle parole spese sui numeri di questo giovane argentino, un'altra prestazione che non conferma quanto di buono si è detto a suo riguardo. (Sansone, dal 62', 7: ottimo impatto sulla gara, appena entrato colpisce il palo con un sinistro a giro da posizione impossibile, e in più di un'occasione di rende pericoloso con dribbling secchi e conclusioni insidiose).

Eder 7: il migliore dei suoi. Oltre al gol, un destro dal limite che batte Brkic grazie anche a una deviazione fortuita di Danilo, crea scompiglio tra le linee avversarie ogni qualvolta gli viene data la possibilità di ripartire palla al piede. Un paio di ottime conclusioni da fuori area alle quali un buon Brkic nega la gioia di infilarsi in rete.

All. Rossi 7: mette in campo una squadra tonica, decisa, pericolosa soprattutto in ripartenza, che non molla mai, fino all'ultimo respiro.

(Pietro Macchiarella - twitter @WhyAlwaysMe4545)