BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE A/ La moviola della 35esima giornata: giusto il rosso a Pogba, manca un rigore alla Fiorentina

La moviola della 35esima giornata: Romeo bravo ad espellere direttamente Pogba per lo sputo ad Aronica (che però provoca, non visto), c'era il rigore reclamato dalla Fiorentina

Foto Infophoto Foto Infophoto

SERIE A, LA MOVIOLA DELLA 35ESIMA GIORNATA - La 35esima giornata di serie A, che ha sancito lo scudetto della Juventus e la retrocessione del Pescara in serie B dopo una sola stagione, è stata come al solito ricca di episodi da moviola. Andiamo a vedere se gli arbitri hanno preso la decisione giusta in ognuno di questi. 

CAGLIARI-CHIEVO 0-0: non ci sono episodi da segnalare: è una classica partita di fine stagione, poca intensità e poche occasioni da gol. Tutto liscio per Pinzani.

CATANIA-SIENA 3-0: il Siena perde nettamente ma Banti sbaglia due volte: prima non concede un fallo da rigore di Capuano su Emeghara, poi espelle Felipe dimostrandosi troppo severo, perchè sul suo tocco di mano c'è Texeira in recupero e Barrientos non sembra avere il pieno controllo del pallone. Bene invece l'arbitro di Livorno quando annulla un gol a Castro (fallo di mano) e convalida, aiutato dall'assistente, la terza rete di Bergessio lanciato in porta da Barrientos.

FIORENTINA-ROMA 0-1: siamo al 76' quando arriva l'episodio che potrebbe decidere la partita. Ljajic crossa in mezzo, De Rossi interviene con il braccio. Rigore? Ci stava: il movimento non è consono, il braccio si allarga. Mazzoleni invece fa proseguire e si resta così sullo 0-0. Infondate invece le proteste sull'eventuale espulsione: la regola infatti prevede che non ci sia ammonizione (De Rossi aveva già ricevuto un giallo) in caso di tocco a difesa schierata e direzione del pallone imprevedibile.

GENOA-PESCARA 4-1: sbagliano Gervasoni e soprattutto il guardalinee, posizionato meglio per vedere il tocco con il braccio di Borriello in occasione del 2-0: l'attaccante controlla con la spalla (sembra) ma poi si aiuta nettamente con il braccio per metterlo giù. E' l'unico episodio dubbio della partita.

JUVENTUS-PALERMO 1-0: la Juventus vince partita e scudetto (sarebbe bastato il pareggio) grazie a un calcio di rigore trasformato da Vidal: Romeo è un po' generoso nell'assegnarlo, perchè la spinta di Donati su Vucinic appare veniale e gli stessi calciatori bianconeri appaiono sorpresi dal fischio. Tuttavia il difensore è ingenuo, perchè va a spingere il montenegrino girato di spalle. Altro episodio a fine partita: Pogba fugge in contropiede ma viene fermato per fuorigioco, Aronica a gioco ampiamente fermo gli mette una mano in faccia e scatena la reazione del francese, che sputa nella direzione del difensore. Espulsione netta, ma sbaglia Romeo a non sanzionare Aronica; da capire se sia andata così, o se nessuno della terna abbia visto il fatto, cosa che farebbe scattare la prova tv.

LAZIO-BOLOGNA 6-0: due dubbi per De Marco su azioni simili. Klose riprende la respinta di Stojanovic sul tiro di Candreva e fa 1-0, ma è in leggero fuorigioco. Bene invece l'assistente in occasione del 4-0: Konko scatta in posizione regolare, poi mette in mezzo per la rete del tedesco.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE LA MOVIOLA DELLA 35ESIMA GIORNATA