BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

GIRO D'ITALIA 2013/ Bartoli: Battaglin grande talento, azzurri protagonisti oggi (esclusiva)

MICHELE BARTOLI ha commentato in esclusiva la quarta tappa drel Giro d'Italia 2013, vinta da Enrico Battaglin. Luca Paolini conferma la maglia rosa, protagonisti anche Di Luca e Felline

Foto InfophotoFoto Infophoto

Una bella tappa, all'insegna dei corridori italiani. La Policastro Bussentino-Serra San Bruno, quarta frazione del Giro d'Italia 2013, ha visto imporsi il corridore della Bardiani Valvole-Csf Inox Enrico Battaglin. Un giovane esponente del ciclismo italiano, classe 1989, una delle speranze di questo sport, già segnalatosi in altre gare in passato. Ha vinto in volata quasi per distacco, superando nell'ordine Fabio Felline e Giovanni Visconti. Felline ha rischiato di essere staccato in salita, poi ha reagito alla grande. Visconti ha anche riconquistato la maglia azzurra di miglior scalatore del Giro. Va poi ricordato anche Danilo De Luca, vero protagonista di questa tappa, che ha attaccato lungo la salita verso l'ultimo Gran Premio della Montagna e poi è stato ripreso a soli 300 metri dal traguardo si conferma veramente una grande giornata del ciclismo di casa nostra. Luca Paolini ha conservato la maglia rosa. Bradley Wiggins invece ha perso 17 secondi a causa di una caduta nel finale, episodio controverso visto che la caduta è avvenuta all'interno dei 3 Km dal traguardo e quindi avrebbe dovuto avere distacco annulato. Saranno decisivi questi secondi quando il Giro arriverà a Brescia? Domani la corsa in rosa arriverà a Matera. Per raccontare questa tappa abbiamo sentito Michele Bartoli. Eccolo in questa intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

Grande Battaglin, vittoria in volata. E' il futuro del ciclismo italiano? E' veramente un talento del nostro ciclismo e oggi l'ha dimostrato alla grande. Ha fatto solo quello che doveva fare, senza nemmeno doversi impegnare più di tanto. Credo che potremo aspettarci grandi cose da lui.

Peccato invece per Di Luca: cosa dire della sua fuga? Intanto Di Luca ha dimostrato di essere un corridore molto forte, di carattere. Non è facile dopo che un atleta rimane fermo tanto tempo ritornare a essere competitivo. Merita un elogio particolare.

Come giudica invece l'azione di Visconti? Lui ha passato come Di Luca tanti momenti difficili, ma ora eccolo qua con la maglia di miglior scalatore, pronto a battersi per la vittoria. Va forte in tutti i tipi di tracciati, è veramente un corridore completo.

Come Felline, secondo dopo aver rischiato di staccarsi...