BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROBABILI FORMAZIONI/ Cagliari-Parma: notizie alla vigilia (serie A, 36esima giornata)

Le probabili formazioni di Cagliari-Parma alla vigilia del match, valido per la trentaseiesima giornata del campionato di serie A 2012-2013: dubbi Ibarbo-Thiago Ribeiro e Rosi-Belfodil

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Per la trentaseiesima giornata di campionato si gioca Cagliari-Parma. La partita è prevista per le ore 15.00 di domani, mercoledì 8 maggio, allo stadio Nereo Rocco di Trieste che è la casa provvisoria del Cagliari. Le due squadre sono appaiate in classifica, pur avendo offerto un andamento differente nell'arco di questo campionato. Il Cagliari ha fatto più punti nel girone di ritorno, mentre il Parma è calato dopo un girone di andata molto positivo. Ora Cagliari e Parma hanno 43 punti a testa e sono matematicamente salve: possono giocare senza preoccupazioni di classifica, per questo ci si può aspettare una partita divertente, o perlomeno senza particolari calcoli. Statistiche quasi sovrapponibili: sia Cagliari che Parma hanno un bilancio in campionato di 11 vittorie, 10 pareggi e 14 sconfitte, entrambe hanno segnato 41 gol ma il Parma ne ha subiti 10 in più (53 contro i 43 dei sardi). I dati medi a partita indicano che il Parma tiene di più il pallone, 25'59'' a gara contro i 24'10'' del Cagliari. Inoltre gli emiliani spendono più tempo all'attacco, 11'01'' contro i 9'19'' del Cagliari: questo può aver portato gli emiliani a subire quei 10 gol in più di cui sopra. Percentuali quasi uguali invece nei passaggi riusciti (63% il Cagliari, 64% il Parma) e nell'indice di pericolosità medio (46% Cagliari, 47% Parma). Vediamo le probabili formazioni di Cagliari-Parma alla vigilia del match.

Anche senza Cossu Pulga e Lopez dovrebbero insistere sul modulo 4-3-1-2. Ekdal sarà avanzato nello posizione di trequartista anche se il miglior assistman di squadra resta Daniele Conti, che ne ha serviti 35 di cui 2 decisivi. In attacco ballottaggio tra Thiago Ribeiro e Victor Ibarbo per un posto accanto a Marco Sau. Il brasiliano vede meno la porta (2 gol in 27 presenze) ma è utile per il suo lavoro di raccordo tra centrocampo ed attacco, non a caso ha totalizzato sin qui 30 assist (1 vincente). Ibarbo d'altra parte ha caratteristiche tecniche ed atletiche migliori e ha segnato di più (5 gol in 31 partite), garantendo lo stesso numero di assist del compagno (30). Per questo è probabile che Pulga e Lopez punteranno sul colombiano, che però ha dimostrato di poter essere decisivo anche entrando dalla panchina, con le sue accelerazioni straordinarie. L'attacco del Cagliari è un puzzle di non semplicissima composizione: i pezzi sono diversi e non è facile capire chi sia meglio per una maglia da titolare. Meno problemi di scelta in difesa: davanti al portiere Agazzi i terzini saranno a destra Perico (Marco Pisano è infortunato, stagione finita per lui) e a sinistra Murru (Avelar rientrerà tra circa 5 giorni); al centro invece il duo Rossettini-Astori, ormai molto collaudato. Centrocampo completato da Dessena e Nainggolan.

Quattro indisponibili per Donadoni: in difesa Lucarelli (per squalifica) e Mesbah (infortunato), e centrocampo Mariga (tornerà a disposizione tra una settimana) e in attacco Nicola Sansone, anch'egli fuori per infortunio. Per l'attacco il mister è alle prese con il dubbio Belfodil: il francese dovrebbe partire dalla panchina, lasciando spazio a Biabiany ed Amauri davanti e a Rosi sulla fascia destra. Il piano B prevede lo spostamento di Biabiany all'ala (Rosi andrebbe in panchina), nel centrocampo a cinque, e l'inserimento di Belfodil come spalla di Amauri. A centrocampo occhi puntati su Marco Parolo, in gol nell'ultima giornata contro l'Atalanta. Sarà interessante il suo duello col cagliaritano Nainggolan: entrambi hanno il vizio del tiro in porta, 51 ne ha effettuati Parolo (in 33 partite, con 3 gol) 48 il belga (in 31 presenze, 2 i suoi gol). In mezzo per Donadoni anche Valdes e il giovane Alvaro Ampuero, paraguaiano classe 1992, mentre Gobbi giocherà a sinistra. In difesa infine trio composto da Coda, Paletta e Benalouane, davanti al portiere Mirante.