BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE A/ Champions League, la lotta per il terzo posto: i calendari a confronto

Milan e Fiorentina sono in lotta per il terzo posto: ecco il calendario con le tre giornate rimanenti, il dettaglio degli scontri diretti e le possibilità di entrambe le formazioni in lotta

Foto Infophoto Foto Infophoto

Mancano tre giornate al termine della stagione di serie A: la lotta per il terzo posto è ancora aperta, pur se rispetto a tre giorni fa il Milan ha preso un vantaggio importante e può permettersi anche una battuta d'arresto che invece la Fiorentina non può concedersi. Questa la situazione: Milan 65 punti, Fiorentina 61. Gli scontri diretti sono a favore dei viola, che hanno vinto 3-1 a San Siro e poi hanno tenuto il 2-2 al Franchi: questo significa che a parità di punti a fine campionato sarebbe la squadra di Vincenzo Montella a qualificarsi per i preliminari di Champions League, e dunque il Milan con sei punti nelle ultime tre giornate avrebbe la certezza di essere terzo. Ovvero, i rossoneri devono vincere due delle tre partite restanti; questo, dando per scontato che la Fiorentina le vinca tutte. Diamo un occhio al calendario: domani il Milan gioca in casa di un Pescara già retrocesso, mentre la Viola va a Siena, con i bianconeri in piena corsa per la salvezza (pur se è dura, ma hanno disperato bisogno di punti) e con l'aria del derby che può farsi sentire. Turno favorevole al Milan, che potrebbe ritrovarsi già qualificato domani sera o aver bisogno poi di un solo punto. Alla 37esima giornata entrambe giocano in casa: la Fiorentina contro un Palermo che potrebbe già essere certo della serie B o quasi (dipende dai risultati di domani), mentre il Milan ospita la Roma che cerca di blindare il quinto posto, incrociandosi anche con la Viola per quanto riguarda il quarto. Rischiano entrambe, ma è chiaro che a bocce ferme è la Fiorentina ad avere il turno più agevole. All'ultima giornata si potrebbe arrivare con il verdetto già consumato, ma in ogni caso ci sono Siena-Milan e Pescara-Fiorentina, dunque turno "girato" rispetto alla 36esima giornata. Le due avversarie (il Pescara di sicuro) a conti fatti saranno già retrocesse: possibile passeggiata di salute per Allegri e Montella, e allora è chiaro che a decidere saranno le prossime due giornate.