BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni / Italia-Norvegia: ultime novità (Europei Under 21, gruppo A)

Italia-Norvegia Under 21 chiude il gruppo A degli Europei. Gli Azzurrini sono già qualificati e con un pareggio sarebbero certi del primo posto. Le probabili formazioni della partita.

Foto InfophotoFoto Infophoto

L'Italia affronta quest'oggi (ore 18, arbitra il croato Bebek) la Norvegia per l'ultima giornata del gruppo A degli Europei Under 21 (clicca qui per seguire e commentare in diretta la partita Italia-Norvegia - nessuno streaming video). Gli Azzurrini hanno vinto le prime due partite: sono già qualificati per la semifinale, ma oggi con un pareggio blinderebbero il primo posto nel girone. Che non è un'assicurazione: dall'altra parte Spagna e Olanda hanno impressionato, perciò non è detto che una sia meglio dell'altra. Il discorso da fare è un altro: il gruppo di Mangia ha dimostrato di avere grandi qualità e per questo non deve temere nessuno (clicca qui per l'intervista esclusiva a Fulvio Pea). Anzi, sono gli altri che si devono preoccupare di noi. Anche la Norvegia è ad un passo dalla semifinale: ci va con un pareggio, altrimenti deve sperare che Israele non batta di goleada l'Inghilterra. Difficile che accada.

"La Norvegia è forte. Quando ho visto il girone ho pensato subito che saremmo usciti noi o l'Inghilterra". Pericolo scongiurato, ma a maggior ragione le parole di Devis Mangia assumono contorni di profezia, visto che i norvegesi hanno demolito gli inglesi e sono ad un passo dalla semifinale. "Hanno la mentalità giusta perchè vogliono batterci, non si accontentano del pareggio. Ma anche noi vogliamo vincere: lo vogliamo sempre, e cercheremo di farlo anche stavolta. L'altro girone? Ero convinto del passaggio di Spagna e Olanda ma vi dico: se ci fossimo stati noi saremmo passati lo stesso. Ho una preferenza su chi incontrare, ma la tengo per me". Poi, due parole per un paio di protagonisti: Insigne che cerca di recuperare per la semifinale ("gli accarezzo la caviglia tutte le sere") e Paloschi che Mangia ha portato in conferenza stampa. "Perchè è quello che mi ha messo più in difficoltà con le scelte". E che dunque stasera giocherà: d'accordo voler vincere, ma il turnover è d'obbligo se si vuole arrivare freschi alla semifinale e mettere in ritmo anche gli altri del gruppo. In porta resta confermato Bardi (il portiere non si cambia mai in queste competizioni), sulle corsie sono confermati Donati e Biraghi ma al centro insieme a Caldirola c'è Regini, in questi giorni conteso dalle big di serie A. A centrocampo spazio a Sansone e Saponara, reduce dal gol contro Israele; con loro in mezzo si vede Crimi, che affiancherà Fausto Rossi. Davanti, un tandem di lusso che però in Nazionale è di riserva: con Paloschi gioca Mattia Destro, che deve riscattare una stagione in chiaroscuro e ha in questi Europei l'occasione giusta per farlo. Come al solito Mangia non svela la formazione, ma a conti fatti dovrebbe essere questa: i titolari riposano in vista della semifinale.

Colombi e Leali a guidare le seconde scelte: c'è un parterre d'eccezione al fianco di Mangia, con Verratti e Florenzi che si prendono un turno di stop insieme alla coppia d'attacco titolare Gabbiadini-Immobile. Poi Fabio Borini, che è partito titolare; Marco Capuano e Bianchetti le alternative per la difesa, mentre Bertolacci è il jolly che può far cambiare modulo al tecnico piazzandosi tra le corsie. Naturalmente Mangia fa turnover anche per i diffidati: al di là di Marrone e Insigne infortunati, rischiano Bianchetti e soprattutto Verratti.

Marrone e Insigne sono fuori: si cerca il recupero per la semifinale, compreso questo martedi ci sono quattro giorni e poi sarà sabato. Mangia ci spera: soprattutto il folletto del Napoli è fondamentale per questa squadra, pur se le alternative come abbiamo visto non mancano.