BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni / Inghilterra-Italia Under 21: ultime novità (Europei, gruppo A)

Foto InfophotoFoto Infophoto

"Siamo pronti". Devis Mangia carica il gruppo con la sua solita determinazione. "Questo è un torneo di altissimo livello", ha detto in conferenza stampa, "ci sono le nazionali più forti d'Europa. I ragazzi stanno bene, abbiamo lavorato seriamente e nel gruppo c'è la serenità giusta. Abbiamo la testa alla partita". Sappiamo ormai che il CT non dà mai la formazione, ma ieri ha tergiversato anche sulla domanda rispetto alle favorite del girone: "Lo diciamo solo dopo le tre partite", ha risposto con ironia. E poi: "Scenderemo in campo per dare tutto". Le scelte comunque sono fatte: la difesa è "Inter-style), con Francesco Bardi tra i pali (è sempre stato lui il titolare, con Leali come secondo), Giulio Donati e Biraghi sugli esterni, Bianchetti e capitan Caldirola come centrali. In mezzo al campo, come noto, c'è Verratti: è lui il faro della squadra, "prestato" per l'occasione da Cesare Prandelli così che possa essere protagonista in una manifestazione internazionale. Gli lascia il posto, rispetto alle qualificazioni, Fausto Rossi, con Marrone che fa l'altro centrale e si occuperà maggiormente dell'interdizione. Sulle fasce, corsa e fantasia: Florenzi e Lorenzo Insigne sono due tra le note più liete dell'ultimo campionato di serie A, a loro - in un ruolo non propriamente ideale - è chiesto di portare quell'imprevedibilità in più. Rebus offensivo: se Immobile è certo del posto, non altrettanto si può dire del secondo attaccante. Destro non sta benissimo: probabile che vada in panchina, con Fabio Borini (anche lui non al top) probabilmente candidato alla maglia da titolare (del resto Mangia non ha mai avuto dubbi sulla sua convocazione, anche quando era infortunato). Certo, c'è Manolo Gabbiadini: lui è sempre stato un punto di riferimento per questo gruppo, e non parte "battuto". 

Regini e Saponara, dopo le grandi polemiche legate al mancato arrivo a Milanello per giocare la finale dei playoff di serie B, ci sono e si accomodano in panchina: non perchè sono arrivati tardi, perchè sono comunque delle seconde scelte pur se importanti per il gruppo. Andrea Bertolacci può essere l'uomo in più destinato a far saltare gli schemi, Alberto Paloschi se sta bene può fare la differenza, Marco Capuano è di fatto un titolare in più. E poi c'è Nicola Sansone: finale di stagione in calo, ma le sue qualità le ha ampiamente mostrate nel corso dell'anno.

Simone Zaza è rimasto a casa, condizione fisica non al meglio e brutto finale di stagione (con annessa retrocessione dell'Ascoli). Jacopo Sala è stato elemento importante per le qualificazioni, ma anche lui è infortunato. Di quelli che Mangia ha portato in Israele, sono tutti disponibili.