BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni Repubblica Ceca-Italia: ultime novità (qualificazioni Mondiali 2014)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Tanti i temi toccati da Cesare Prandelli nel suo discorso; naturalmente in questo periodo non si può evitare di parlare di Nazionale, sempre in chiave Nazionale. Come quando il CT dice che "spero che De Rossi resti alla Roma, ma se dovesse andar via potrebbe essere un'esperienza importante per la sua mentalità". Tuttavia, se Buffon e Bonucci hanno aperto a qualche considerazione sui possibili arrivi nella loro squadra, Prandelli ha poi ripreso subito il discorso. "In settimana abbiamo parlato solo di questa partita, nonostante i giocatori siano al centro di tante storie di mercato. Mi aspetto una Repubblica Ceca molto aggressiva per tutto il campo, loro alzano molto gli esterni e si appoggiano su Rosicky. A me interessa il nostro atteggiamento, per novanta minuti dovremo giocare nella metacampo altrui. Sono disposto a subire qualche contropiede per riuscirci". Inevitabile la domanda sull'escluso di lusso Osvaldo: "Era importante per il nostro gruppo, ma abbiamo altri attaccanti e va bene così. La squadra si adatta a movimenti diversi, deve essere questa l'idea". La formazione di questa sera, ampiamente annunciata, è per dieci undicesimi composta di giocatori di Juventus e Milan. Del resto, è così da tempo: l'unico "intruso" è Daniele De Rossi, sul centrodestra del centrocampo a tre con Pirlo in cabina di regia e Marchisio a sinistra. Davanti a Buffon solita linea: Abate a destra, Chiellini torna al suo vecchio ruolo che aveva in bianconero e che potrebbe avere nuovamente dal prossimo anno, quindi terzino sinistro con Barzagli-Bonucci coppia centrale. Se la difesa è juventina, l'attacco è rossonero: Montolivo torna trequartista come agli Europei (atipico: non il classico numero 10), la coppia offensiva è Balotelli-El Shaarawy con il Faraone che ha "sfidato" SuperMario a raggiungere il record di 35 gol in Azzurro di Gigi Riva. "Non è facile, ma ci proverò" ha detto il numero 45 del Milan. 

Tutti gli altri convocati vanno in panchina. Sirigu e Marchetti i due portieri, poi ci sono De Sciglio e Maggio per sostituire i terzini, Astori unico cambio dei due centrali (considerando che Chiellini potrebbe spostarsi verso l'interno); Aquilani è il cambio naturale di Marchisio o De Rossi ma può anche giocare davanti alla difesa, Candreva un jolly che tra l'altro apre al 4-3-3 in corsa, essendo esterno di grande gamba. Diamanti, anche lui, andrebbe a modificare il modulo anche solo a livello tecnico, perchè è trequartista diverso da Montolivo; Giaccherini e Cerci per corsa e imprevedibilità, Gilardino e Giovinco seppur con caratteristiche diverse possono dare una mano all'attacco.

Nessuno, anche se ci sono i diffidati che rischiano di saltare la partita di settembre contro la Bulgaria: Buffon, Bonucci, Diamanti e Giovinco.