BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calciomercato Sampdoria / Ufficiale, De Silvestri e Salamon sono blucerchiati

La Sampdoria si muove sul calciomercato: oggi sono stati ufficializzati due colpi importanti. Dalla Fiorentina torna Lorenzo De Silvestri, Salamon arriva in comproprietà dal Milan

Foto Infophoto Foto Infophoto

Due colpi importanti per la Sampdoria, che si affaccia alla nuova stagione con la speranza di replicare quanto fatto lo scorso anno e se possibile migliorarsi, visto che nel girone d'andata la squadra aveva piuttosto tribolato con un periodo fatto di sette sconfitte consecutive che avevano fatto sprofondare i blucerchiati in piena zona retrocessione. La società ha già effettuato alcune manovre in questa sessione di calciomercato, anche importanti; di sicuro in uscita, con le cessioni di due attaccanti come Mauro Icardi e Simone Zaza e il centrocampista Andrea Poli. Anche in entrata però: il colpo migliore è senza dubbio quello di Manolo Gabbiadini, attaccante arrivato dalla Juventus nell'operazione Zaza, e c'è anche l'ala destra Pawel Wszolek, che potrebbe dare una mano alla squadra (è un classe 1992). Oggi sono stati messi a segno, dunque, altri due acquisti: entrambi erano sostanzialmente annunciati da giorni. Il primo riguarda Lorenzo De Silvestri: il terzino cresciuto nella Lazio e poi passato alla Fiorentina aveva già giocato nella Marassi blucerchiata la scorsa stagione, ma era poi tornato a Firenze per fine prestito. Lui stesso aveva dichiarato di voler tornare alla Sampdoria: cosa avvenuta, dunque le due società hanno rinnovato il prestito (con diritto di riscatto).

Il secondo colpo è quello di Bartosz Salamon. Il polacco arriva in comproprietà dal Milan, è inserito nell'operazione Poli: ci è voluto del tempo, inizialmente non si era trovato l'accordo e così sembrava che i rossoneri dovessero mandare a Genova due giovani come Albertazzi e Fossati; invece, alla fine, è stato tutto risolto, e Delio Rossi ha il rinforzo che aveva subito individuato come essenziale. Il centrocampista del 1991 si è messo in gran luce in serie B, con la maglia del Brescia: ha dimostrato di essere un calciatore versatile, potendo giocare davanti alla difesa ma anche nel reparto arretrato come centrale. Il Milan lo aveva prelevato a gennaio e l'idea di Allegri era quella di schierarlo come difensore, ma anche a causa di un infortunio il polacco di Poznan non ha mai avuto modo di esprimersi e non ha mai giocato. Ora, si può dire che ai rossoneri sia comunque tornato utile: il 50% del suo cartellino è servito per arrivare a Poli, e intanto si osserverà la crescita di Salamon, che potrebbe anche tornare a Milanello per giocarsi le sue carte.

© Riproduzione Riservata.