BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Tour de France 2013 / Cronaca 12esima tappa (Fougeres-Tours): vince Kittel

Pubblicazione:

Marcel Kittel  Marcel Kittel

TOUR DE FRANCE 2013, LA CRONACA DELLA DODICESIMA TAPPA (FOUGERES-TOURS, 218 KM) – Il tedesco Marcel Kittel è ormai il velocista principe della centesima edizione del Tour de France. Lo sprinter della Argos-Shimano ha infatti vinto la dodicesima tappa Fougeres-Tours di 218 km, e per lui si è trattato del terzo successo in questa edizione della Grande Boucle, nonché il quinto trionfo dei corridori tedeschi, che stanno vivendo un Tour da ricordare. La vittoria di Kittel sarà ancora più speciale perché è riuscito nella difficilissima impresa di battere in rimonta e al fotofinish un certo Mark Cavendish, che sta vivendo un Giro di Francia piuttosto avaro di soddisfazioni e che oggi subisce la beffa di una sconfitta per pochi millimetri, sancita solo dopo il traguardo dato che l'equilibrio è stato tale che nessuno dei due ha alzato il braccio sulla linea dell'arrivo, aspettando l'esito del fotofinish. Al terzo posto si è piazzato il sempre presente Peter Sagan, ed è da apprezzare anche il quinto posto di Roberto Ferrari, migliore degli italiani. Purtroppo il finale è stato caratterizzato anche da una caduta avvenuta a meno di 3 km dall'arrivo, che ha tagliato fuori gran parte del gruppo, compreso Andre Greipel, dato che la caduta è stata causata proprio da un suo gregario che ha “eliminato” tutta la Lotto-Belisol e chi si trovava dietro di loro. Finalmente sono stati grandi protagonisti di giornata anche i corridori italiani, perché Manuele Mori e Francesco Gavazzi sono stati due dei cinque componenti della classica fuga da lontano, scattata dopo soli 3,5 km dalla partenza con i due azzurri e poi lo spagnolo Juan Antonio Flecha e i due francesi Antonhy Delaplace e Romain Sicard. Per loro un attacco di oltre 200 km – eccetto Sicard, che si è rialzato dopo il traguardo volante – e che ha avuto fine solo a poco più di 10 km dall'arrivo, quando il gruppo è piombato inesorabile sui coraggiosi fuggitivi, con Gavazzi e soprattutto Flecha ultimi ad arrendersi, anche se il loro estremo sforzo è servito solo a ritardare di qualche minuto il momento della resa. D'altronde in una tappa senza nemmeno un Gpm era impossibile immaginare un esito diverso da una volta di gruppo. (Mauro Mantegazza)

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER L'ORDINE D'ARRIVO DELLA DODICESIMA TAPPA DEL TOUR DE FRANCE 2013 (FOUGERES-TOURS, 218 KM)


  PAG. SUCC. >