BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Tour de France 2013 / Saint Pourcain sur Sioule-Lione (191 km): il percorso della 14esima tappa

Pubblicazione:

Alberto Contador (Infophoto)  Alberto Contador (Infophoto)

TOUR DE FRANCE 2013, QUATTORDICESIMA TAPPA SAINT POURCAIN SUR SIOULE-LIONE (191 KM): IL PERCORSO – Ieri è successo di tutto in una tappa che doveva essere di semplice trasferimento, oggi la Saint Pourcain sur Sioule-Lione (191 km) promette numerose insidie. La quattordicesima tappa del Tour de France 2013 infatti presenta un percorso non difficilissimo, ma certamente molto insidioso, e dopo quello che è successo ieri chissà che non possano arrivare altre sorprese. Ieri dunque la vittoria di Mark Cavendish è passata in secondo piano davanti agli scossoni in classifica generale, con Chris Froome sempre in maglia gialla ma con Alberto Contador più vicino e Alejandro Valverde invece uscito di scena. Oggi il menu propone l'arrivo nella terza città più importante di Francia al termine di una frazione con ben sette Gpm. E' doveroso precisare subito che si tratta si due salite di terza categoria e cinque di quarta categoria – insomma: niente di difficile – ma i continui saliscendi potrebbero stuzzicare la fantasia di attaccanti coraggiosi. O meglio: sicuramente sarà così, ma resta da capire se ciò sarà fatto solo da uomini fuori classifica in ottica successo di tappa o se potranno succedere altri episodi rilevanti nella corsa al podio di Parigi. Andando dunque ad esaminare nel dettaglio quello che la tappa ci offre, diciamo che si inizia subito con una serie di strappetti, anche se il primo “nobilitato” dal titolo di Gpm è la Cote de Marcigny, 1,9 km al 4,9% di pendenza media, posta al km 66 di gara; si prosegue poi con la Cote de la Croix Couverte, 2,6 km al 5,3% di pendenza media, dopo 98,5 km dal via, lo sprint intermedio di Thizy les Bourges dopo 109,5 km e – nella stessa località, al km 113 – un Gpm gratificato della terza categoria perché, pur se molto breve (1,7 km) tocca la pendenza media di 8,3%. Subito dopo arriverà la salita più lunga di giornata, il Col du Pilon, Gpm di terza categoria posto al km 126,5 di gara dopo 6,3 km di salita anche se con pendenza media soltanto del 4,4%. Nella parte finale ci saranno ancora altri tre Gpm di quarta categoria: si inizia al km 161 con la Cote de Lozanne, 2,5 km al 4% di pendenza media, seguita al km 176 dalla Cote de la Duchere (1,6 km al 4,1% di pendenza media) e infine la Cote de la Croix Rousse, 1,8 km di salita al 4,5% di pendenza media e sommità al km 181,5 di gara, cioè a soli 9500 metri dal traguardo, che dovrebbe venire toccato fra le 17.05 e le 17.35. Di certo ci sarà spettacolo e bisognerà stare molto attenti, soprattutto se ci sarà di nuovo vento laterale, staremo a vedere se le emozioni coinvolgeranno anche i big in attesa della tappa del Mont Ventoux, in programma domani per una domenica 14 luglio – festa nazionale francese – davvero speciale. (Mauro Mantegazza)



© Riproduzione Riservata.