BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Tour de France 2013 / Givors-Mont Ventoux (242,5 km): il percorso della 15esima tappa

Pubblicazione:domenica 14 luglio 2013

Foto Infophoto Foto Infophoto

TOUR DE FRANCE 2013, QUINDICESIMA TAPPA GIVORS-MONT VENTOUX (242,5 KM): IL PERCORSO – La rese dei conti è oggi, proprio nel giorno in cui la Francia festeggia la presa della Bastiglia? Forse, o forse no perchè dopo la quindicesima tappa del Tour de France ci saranno altri sei giorni di spettacolo nei quali la classifica potrebbe cambiare; di certo però questa giornata è cruciale per la Grande Boucle 2013, per determinare quanto ne abbia Chris Froome e in che modo i suoi avversari lo vogliano attaccare, soprattutto se ce la faranno. Questo è il giorno del Mont Ventoux: 20,8 chilometri di ascesa, il 7,5% di pendenza, venti che sferzano i ciclisti impegnati nella salita, un traguardo posto a 1.912 metri sul livello del mare. Si parte da Givors, città situata nel Rodano, ma il punto fermo e quello a cui tutti guarderanno fin dai primi chilometri è il Mont Ventoux. Un paesaggio surreale: brullo e spoglio, con una stazione meteo posta sulla cima. Già il nome dice tutto: la salita si può dividere in due momenti distinti, la prima parte ha una pendenza maggiore ma tutto sommato la vegetazione protegge dalle intemperie, mentre la seconda parte è del tutto priva di protezioni, e allora come ha detto lo stesso Alberto Contador si possono anche perdere tanti minuti se non si è in giornata. Prima, il percorso è pianeggiante e non dovrebbe succedere granchè; a ben guardare l'unico momento in cui si potrebbe muovere qualcosa potrebbe arrivare alla Cote de Bourdeaux, dove c'è una salita di 4 chilometri a quasi il 6% di pendenza. Saremo a 100 chilometri dal traguardo, qualcuno potrebbe anche pensare di provare l'allungo per mettere in difficoltà Froome, ma è più probabile che sia una scollinata utile a Pierre Rolland per incrementare il vantaggio nella classifica della maglia a pois. Gli altri si terranno per Bedoin, paesino della Provenza-Costa Azzurra: sarà lì che inizierà ufficialmente la scalata al Mont Ventoux, affrontato per l'ultima volta nel 2009 (Juan Manuel Garate fu l'eroe della giornata) e il cui record appartiene a Lance Armstrong, che completò l'ascesa in 48 minuti e 33 secondi (tempo conteggiato sui 15 minuti finali, quando la pendenza sfiora il 9%). Tra i nomi dei migliori figurano però anche Alberto Contador e Marco Pantani (nel 2000, lo stesso crono fatto registrare da Lance Armstrong). Insomma, una montagna mitica, una delle tante del Tour. Come andrà a finire lo sapremo: Froome è fiducioso ma si aspetta degli attacchi - ovviamente - Contador ha detto che probabilmente non ci saranno alleanze. Non resta che aspettare, e gustarsi lo spettacolo.



© Riproduzione Riservata.