BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Tour de France 2013 / La classifica generale e le altre graduatorie dopo la quarta tappa: Gerrans maglia gialla

La quarta tappa al Tour de France 2013 è andata alla Orica-Green Edge: era la crono a squadre, Simon Gerrans è la nuova maglia gialla. Il dettaglio delle classifiche delle varie maglie

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Il Tour de France è sbarcato sul continente con la quarta tappa, una cronosquadre di 25 km a Nizza, che era molto attesa per i suoi possibili effetti sulla classifica generale. In realtà festeggia chi aveva gioito già ieri: la vittoria è andata alla Orica-GreenEdge e di conseguenza la maglia gialla è finita sulle spalle di Simon Gerrans, l'uomo meglio piazzato di questa squadra dopo il successo di ieri in volata a Calvi, ultima tappa in Corsica. Gerrans aggiunge così un'altra grande soddisfazione ad una carriera dove spiccano già numerosi altri successi di grande importanza: infatti ha vinto la Milano-Sanremo 2012 e già vantava una vittoria in ciascuno dei tre grandi Giri. Al Tour si era in precedenza imposto nel 2008, nella tappa che sconfinava in Italia con arrivo a Prato Nevoso, mentre al Giro si era imposto nel 2009 a Bologna sul San Luca e in quell'anno vinse anche una frazione della Vuelta. Tra i big non ci sono stati grossi distacchi: Chris Froome ripartirà con 6” di vantaggio su Alberto Contador (distacco per il quale probabilmente lo spagnolo avrebbe fatto una firma alla vigilia), 23” su Cadel Evans e 25” su Joaquin Rodriguez. Il migliore italiano è invece Damiano Cunego, venticinquesimo a 25” da Gerrans. Per quanto riguarda le altre classifiche, nessun cambiamento coinvolge la maglia verde (una cronosquadre non assegna punti individuali) e la maglia a pois (nessun Gpm era in programma in questa prova completamente pianeggiante), che dunque continueranno ad essere indossate da Peter Sagan e da Pierre Rolland, mentre avere difeso la maglia bianca di miglior giovane sarà la buona notizia con cui il polacco Michal Kwiatkowski cercherà di consolarsi per avere mancato di un solo secondo il primato in classifica generale: la maglia gialla sarebbe stata sua se la Omega avesse vinto la tappa. Domani è invece in programma la quinta tappa, la Cagnes sur Mer-Marsiglia (228,5 km), adatta ai velocisti. (Mauro Mantegazza)