BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Tour de France 2013 / Annecy-Annecy Semnoz (125 Km): percorso e salite della 20ma tappa

Il Tour de France sta arrivando alla sua conclusione: oggi si corre la penultima tappa, ultima di fatto prima della passerella finale a Parigi. Il percorso e le salite della ventesima tappa

Foto Infophoto Foto Infophoto

TOUR DE FRANCE 2013, VENTESIMA TAPPA ANNECY-ANNECY SEMNOZ (125 KM): IL PERCORSO E LE SALITE - Ventesima tappa del Tour de France 2013: siamo nell'Alta Savoia, ancora nella regione del Rodano-Alpi. Est della Francia, praticamente ad un tiro di schioppo dalla Svizzera e dall'Italia. Qui si corre la Annecy-Annecy Semnoz di 125 km, penultima fatica della Grande Boucle. O forse sarebbe meglio dire l'ultima: di fatto, come sappiamo quella di domani sarà una passerella verso i Campi Elisi, buona solo per le foto ricordo e lo champagne. Gli ultimi propositi di battaglia saranno qui, oggi: una tappa corta nei chilometri ma molto faticosa, forse non quanto il doppio Alpe d'Huez o il brullo e spaventoso Mont Ventoux, ma di sicuro in grado di creare qualche scompiglio in classifica generale. Anche se, per dirla tutta, Chris Froome sembra aver passato il peggio due giorni fa, quando una crisi di fame ha rischiato di fargli perdere un Tour de France dominato; salvato da Richie Porte - e con 20 secondi di penalità per rifornimento irregolare - il britannico ieri ha controllato la situazione, e oggi è chiamato all'ultimo sforzo di contenimento, ben sapendo che il secondo in classifica, Alberto Contador, ha più di cinque minuti di ritardo. Oggi dunque la tappa prevede ben sei Gran Premi della Montagna, che la rendono comunque impegnativa: si parte subito con il Cote du Puget, seconda categoria, una salita di 5,4 Km al 6% scarso di pendenza. Si arriva poi al Col de Leschaux, leggermente più corto ma anche lievemente più in salita (6,1%); il Cote d'Allion-le-Vieux, un terza categoria al 4% di pendenza, dunque un po' più lieve. Poi si arriva al Col des Près, GPM di terza categoria con una pendenza che comincia a farsi interessante (6,9%). E' qui che si arriva nel vivo: perchè le ultime due salite sono impegnative, e se non sarà successo qualcosa prima (gli uomini di classifica potrebbero decidere di attaccare per creare scompiglio, anche se ci aspettiamo di più una fuga da parte di chi non ha particolari interessi generali) sarà almeno sul Mont Revard - prima categoria - 15,9 Km al 5,6%, che Alberto Contador e Roman Kreuziger, compagni di squadra, dovranno provare a mettere in crisi Froome per l'ultima volta. Kreuziger è scudiero dello spagnolo e punta il terzo posto in classifica: un'azione in sincrono è quello che ci si attende, magari portandosi dietro i due olandesei Mollema e Ten Dame che hanno deluso a cronometro e cercano il riscatto. L'ascesa finale è più corta: si arriva ad Annecy-Semnoz con una salita da 10,7 Km ma una pendenza media dell'8,5%. E' qui che Froome dovrà difendere per l'ultima volta il suo Tour de France: se ce la farà, domani sfilerà per le strade di Parigi con il sorriso stampato in volto.

© Riproduzione Riservata.