BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

World League 2013 / Volley, semifinale: Italia-Russia (1-3). Oggi finalina con la Bulgaria

La corsa dell’Italia nelle Final Six di World League si ferma in semifinale. Dopo la vittoria contro l’Argentina, gli Azzurri devono arrendersi per 3-1 a una Russia nettamente superiore.

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

WORLD LEAGUE 2013 VOLLEY, SEMIFINALE ITALIA-RUSSIA (1-3) - "Non siamo perfetti, ma siamo arrivati fino a qui credendo in noi stessi, grazie a una forza di volontà gigantesca. Regaliamoci un’altra notte in cui sognare da svegli". Queste le parole del tecnico Mauro Berruto sul proprio profilo Facebook alla vigilia del match contro la Russia. Dopo la splendida vittoria contro l'Argentina, la Nazionale italiana si è dovuta arrendere a un avversario che ieri, nella semifinale delle Final Six di World League, ha disputato una gara al limite della perfezione. Gli Azzurri, invece, hanno giocato una delle peggiori partite della prestigiosa competizione, proprio nel momento più cruciale. La Russia vince meritatamente e approda in finale smantellando i sogni italiani che da ben nove anni non vedevano la Nazionale arrivare in semifinale. Italia-Russia termina 1-3 (12-25, 23-25, 26-24, 20-25), con gli uomini di Berruto che si iniziano a far vedere solamente nel secondo set, dopo circa venti minuti di gioco in cui i russi hanno fin da subito mostrato la loro superiorità in un primo set dal parziale imbarazzante. Il secondo parte bene per noi (fino al 15-10), poi un break russo porta i nostri avversari sul 19-18 e da lì a conquistare anche questo parziale. Nel terzo set si accende per un momento la speranza con l’Italia che, sul 18-13 per i russi, quando il conto sembra ormai chiuso, confeziona una straordinaria rimonta fino al 26-24 finale, ancor più palpitante perché i russi erano arrivati comunque fino al 24-22 avendi quindi due match-point. Le forze svaniscono però nel quarto set, che termina a senso unico in favore della nazionale russa che va in finale per la terza volta nelle ultime quattro edizioni. Non bastano i 17 punti di Ivan Zaytsev se il palleggiatore avversario fa lo stesso numero di nuri di tutta la tua squadra. L’Italia dovrà tentare adesso di conquistare il terzo posto nella “finalina” di stasera, curiosamente di fronte alla Bulgaria: la squadra di Camillo Placì è stata sconfitta dal Brasile per 3-1 (parziali 25-12, 25-17, 23-25, 25-16) e dunque tutto in questa World League sarà identico alle Olimpiadi di Londra 2012, di cui ha confermato in modo totale i valori: Italia-Bulgaria per il terzo posto (alle ore 21.30 italiane) e Russia-Brasile per il titolo alla 1.00 di notte. Le stesse finali di un anno fa.

© Riproduzione Riservata.