BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

MotoGP/ La classifica piloti dopo il Gran Premio degli Stati Uniti 2013 (Laguna Seca)

Marc Marquez ha vinto a Laguna Seca il Gp degli Stati Uniti di MotoGp e allunga così nella classifica del Mondiale piloti sui convalescenti Pedrosa e Lorenzo, mentre Rossi scavalca Crutchlow

Marc Marquez con Valentino Rossi (Infophoto)Marc Marquez con Valentino Rossi (Infophoto)

Marc Marquez vince il Gran Premio di Laguna Seca e allunga in testa alla classifica mondiale. Gara migliore non si poteva immaginare per il giovane fenomeno spagnolo della Honda Hrc, che si è fatto beffe di tutti i pronostici che lo davano penalizzato dalla mancata conoscenza di una pista dove corre solo la MotoGp per cogliere un successo prestigioso ma anche molto importante perché lo lancia a quota 163 punti, +16 su Dani Pedrosa e +26 su Jorge Lorenzo. Certo, se gli altri due iberici fossero stati al top forse le cose sarebbero andate diversamente: ma come insegna il vecchio detto, la storia non si fa con i “se”. Pedrosa e Lorenzo si sono dovuti accontentare di portare a casa il massimo numero possibile di punti, rispettivamente 11 e 10 grazie al quinto posto del pilota Honda e al sesto di quello Yamaha. Bottino comunque discreto, che per entrambi ha giustificato il lungo viaggio e i rischi che hanno dovuto prendere. Tornando sul podio, gara indimenticabile per Stefan Bradl, che centra il miglior risultato stagionale e probabilmente anche la conferma del contratto anche per l'anno prossimo: difficile chiedere di più contro super-Marquez. Bene anche Valentino Rossi, che ottiene il terzo podio consecutivo – tanti quanti ne aveva ottenuti in tutto il biennio Ducati – in una gara in cui la Yamaha ha sofferto tantissimo: di più oggettivamente il Dottore non poteva fare, e con questi 16 punti scavalca un pallidissimo Cal Crutchlow, settimo e mai in gara. A proposito della Ducati, divertente la lotta fra Andrea Dovizioso e Nicky Hayden, con l'americano che alla fine ha avuto la meglio sull'amata pista di casa. Tuttavia, stiamo parlando di una lotta per l'ottavo posto a più di mezzo minuto dal vincitore, e Dovizioso è stato pure scavalcato da Bradl in classifica: ora il miglior ducatista è settimo nel Mondiale. Bella gara per Alvaro Bautista, per il quale questo quarto posto è forse la miglior esibizione stagionale, sfruttando una Honda davvero scatenata. Citazione per gli altri italiani: bravo Alex De Angelis, undicesimo al debutto stagionale sulla Ducati in MotoGp in sostituzione del lungodegente Ben Spies, tre buoni punti per Danilo Petrucci sulla sua Ioda-Suter mentre Claudio Corti si è dovuto ritirare e Andrea Iannone è rimasto a casa, infortunato. Ora per tutti l'appuntamento è dopo la pausa estiva, domenica 18 agosto a Indianapolis: ancora in America, ma con tutte e tre le classi in pista.