BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Vincitore Trofeo Tim 2013 / Ha vinto il Sassuolo contro Milan e Juventus

Trofeo Tim 2013: ha vinto il Sassuolo, che ha perso con la Juventus ai rigori ma battuto il Milan nei 45' regolamentari. Risultati e classifica del torneo e cronaca delle tre partite

Infophoto Infophoto

Il Sassuolo ha vinto il Trofeo Tim 2013. La classifica finale del torneo è: Sassuolo 4 punti, Juventus 3, Milan 2. Il Sassuolo ha battuto il Milan per 2-1 nell'ultima partita, capovolgendo la classifica. La squadra di Eusebio Di Francesco ha mostrato voglia di non accontentarsi ad un gioco da provinciale, cercando di mantenere il controllo della palla per quanto possibile. Anche il Milan, che pure ha chiuso ultimo, ha dato indicazioni positive. I rossoneri sono la squadra più avanti delle tre dal punto di vista atletico, come è giusto che sia visti i preliminari di Champions League che dovrà giocare ad agosto. La Juventus invece sembra quasi voler dosare la sua forza: col Milan ha giocato a tratti, uscendo allo scoperto quasin con parsimonia, mentre col Sassuolo è emersa la stanchezza dei giocatori, appesantiti da carichi di lavoro pesanti.

La terza ed ultima partita del triangolare premia il Sassuolo come squadra vincitrice. Eppure è il Milan a passare in vantaggio dopo pochi minuti: il gol è di Andrea Petagna, che approfitta dell'errato retropassaggio di Jonathan Rossini (troppo corto), salta il portiere in uscita ed insacca di sinistro (3'). Il pareggio del Sassuolo però non tarda troppo ad arrivare, in una dinamica simile al vantaggio rossonero. Stavolta l'errore è della difesa del Milan: il portiere Gabriel passa rasoterra a Cristante che si trova pressato nella sua area, senza appoggi; il rinvio viene deviato e la palla arriva a Gaetano Masucci, che ha il tempo di prendere la mira e freddare Gabriel con un rasoterra mancino. La partita prosegue con il Milan a tenere in mano le redini, pur se non in maniera forsennata, ed il Sassuolo schierato nella sua metacampo aspettando un'occasione per distendersi. Dovrà aspettare fino all'ultimo minuto, prima però ne succedono un paio. Al 32' Constant sta per battere una rimessa laterale sul lato sinistro, ma sente qualcosa dalla tribuna (probabilmente un insulto razzista), calcia la palla verso i tifosi ed esce dal campo arrabbiato. Dopo 2-3 minuti di interruzione e discussioni lo speaker invita i tifosi a non ripetere le espressioni volgari, il Milan inserisce il baby Piccinocchi perché Constant è tornato i spogliatoio e il gioco riprende. Una altro giovane, il centrocampista Bryan Cristante, si fa ammonire ingenuamente per la seconda volta e viene espulso. Poi ecco il gol decisivo: Gomes serve Masucci sul lato sinistro dell'area rossonera, l'attaccante è in posizione regolare (lo tiene in gioco Bonera) e batte Gabriel con un destro rasoterra, che sibille al palo lungo e sancisce doppietta personale e vittoria del Sassuolo.

L'ultima gara del Trofeo Tim vede fronteggiarsi Milan e Sassuolo. Dopo la sconfitta onorevole dei neroverdi ad opera della Juventus ai rigori, siamo arrivati all'epilogo che assegnerà il trofeo. Grande protagonismo dei portieri fino ad ora, ma per chiudere in bellezza ci vorrebbe lo spettacolo di qualche bel gol su azione. Intanto la classifica provvisoria del Trofeo Tim è: Juventus 3, Milan 2, Sassuolo 1.
La secondo partita del Trofeo Tim 2013 si è conclusa anch'essa sul risultato di 0-0. Si è poi andati ai calci di rigore in cui ha vinto la Juventus. Nei quarantacinque minuti di gioco meglio il Sassuolo, che ha cercato di non buttare via la palla con fretta e di coinvolgere tutti gli interpreti del 4-3-3. Bene gli attaccanti esterni nel loro lavoro di ripiego ed attacco, soprattutto il rumeno Alexe che ha mostrato una bella vivacità, prima ancora che l'imprecisione in fase conclusiva. A tal proposito citazione anche per Jasmin Kurtic, il migliore in campo dei suoi: lo sloveno acquistato dal Palermo è stato protagonista con due belle conclusioni in porta. La prima è stata deviata da Storari sul palo, la seconda, dopo ottima finta ad eludere Peluso, è terminata larga sul secondo palo. Dall'altra parte una Juventus visibilmente e comprensibilmente stanca, che ha subito la maggiore voglia degli avversari e mostrato pochi movimenti. Ottima occasione comunque per Matri: servito da un bel filtrante di Vucinic il numero 32 difende bene palla in area e calcia col destro, il tiro deviato trova l'ottima riposta di Pomini in calcio d'angolo. Conte ha poi effettuato diversi cambi, inserendo Motta, Pol Garcia (giovane difensore della Primavera), Rubinho in porta, Quagliarella, e altri due giovani: Marco Penna (difensore) e Marcel Buchel (centrocampista). 
QUAGLIARELLA PARATO, ZAZA GOL, BUCHEL GOL, KURTIC GOL, GARCIA GOL, ALEXE PARATO, MATRI ALTO, MISSIROLI GOL, VIDAL GOL, TERRANOVA PARATO, MOTTA GOL, BERARDI PARATO
E' il momento di Juventus-Sassuolo. Dopo una prima sfida infinita, dove non sono bastati 45 minuti nè il primo round di rigori (a causa di uno "sciagurato" cucchiaio di Nocerino), arriva il turno della sfida tra i bianconeri e la matricola del campionato di Serie A. Sfida interessante con i Campioni d'Italia contro i vincitori della Serie B. Intanto la classifica provvisoria del Trofeo Tim è: Milan 2, Juventus 1, Sassuolo 0.
La prima partita del Trofeo Tim tra Milan e Juventus finisce sul punteggio di 0-0. Contesa risolta ai calci di rigore dove Nei 45' regolamentari la partita è stata equilibrata, il Milan ha avuto l'occasione migliore alla mezz'ora. Una bella percussione di Boateng, assistito da Robinho, viene interrotta dall'intervento in scivolata di Lichtsteiner, nettamente irregolare. Dal dischetto Robonho calcia di interno destro, basso alla sinistra di Storari: non un brutto tiro ma il portiere bianconero è bravissimo ad intuire e deviare lateralmente. Al 33' scontro frontale tra Llorente e Antonini: sostituiti entrambi, rispettivamente da Mirko Vucinic e Christian Zaccardo. Sia Llorente che Antonini non hanno mai perso conoscenza, ma del sangue dal volto invece sì: il rossonero è uscito in barella mentre lo spagnolo è stato portato per precauzione all'ospedale vicino. Carlos Tevez ha ricevuto pochi palloni, braccato per tutta la partita dai difensori del Milan che lo ha trattato subito come il pericolo numero uno. Qualche spazio in più per Llorente: prima dell'infortunio l'ex Bilbao ha avuto anche una buona occasione, alzando la spaccata di destro sul bel cross dalla destra di Isla. 
ROBINHO GOL, VIDAL GOL, DE JONG GOL, LICHTSTEINER PARATO, MEXES GOL, TEVEZ GOL, NIANG GOL, ASAMOAH GOL, NOCERINO ALTO, VUCINIC GOL, BONERA GOL, PELUSO GOL, TRAORE' GOL, DE CEGLIE GOL, ZACCARDO GOL, PADOIN PARATO
E' uno degli appuntamenti più tradizionali dell'estate del calcio italiano. Stiamo parlando del Trofeo Tim, triangolare ormai classico dato che ha raggiunto la tredicesima edizione di una storia che è nata nel 2001. Questa però sarà un'edizione davvero ricca di novità: la principale è la partecipazione del Sassuolo, che festeggia così la storica promozione in serie A andando ad affrontare Milan e Juventus dopo la rinuncia dell'Inter a causa di problemi di calendario per soddisfare tutte e tre le big. Rinuncia così la squadra più titolata in questa manifestazione, dal momento che i nerazzurri hanno vinto ben otto delle prime dodici edizioni, tra le quali le ultime tre consecutive. Nell'albo d'oro segue il Milan a quota tre successi, mentre la Juventus si è imposta solo nel 2009. La seconda novità riguarda la sede del torneo triangolare, che sarà ospitato quest'anno dallo Stadio Città del Tricolore-Mapei Stadium di Reggio Emilia, che nel campionato 2013-2014 ospiterà le partite casalinghe del Sassuolo. Dunque sarà una serata memorabile per gli emiliani, che festeggeranno nel migliore dei modi l'approdo nel massimo campionato. Nessuna novità invece nella formula (clicca qui per tutte le informazioni utili): tre partite da 45 minuti l'una, si comincerà alle ore 20.45 con Milan-Juventus per poi proseguire con la partita fra il Sassuolo e la perdente della prima gara e infine gli emiliani sfideranno la vincente dell'incontro fra bianconeri e rossoneri. La classifica sarà determinata in questo modo: tre punti per chi vincerà nei 45', due in caso di vittoria ai rigori (che saranno tirati in caso di pareggio), uno per la sconfitta dal dischetto e zero per chi perde nei 45'.
Pur con le debite differenze, sarà un test importante per tutte e tre le squadre (clicca qui per le probabili formazioni del Trofeo Tim 2013). Il Milan sta lavorando in ottica preliminari di Champions League, e quindi vivrà fra circa un mese un momento già fondamentale per l'intera stagione: Allegri punta ad avere una squadra che sia in grado di arrivare in tempi brevi a toccare un picco di forma, pur con le assenze di chi a giugno ha giocato con le Nazionali. Dunque c'è grande spazio per chi sta lavorando fin dall'inizio, come ad esempio Robinho e Boateng in attacco: ci si aspettano risposte importanti da parte di questi due giocatori che furono determinanti per l'ultimo scudetto rossonero e devono tornare su quei livelli per poter continuare a fare la differenza. Questo è il primo test attendibile dopo l'amichevole contro la Pergolettese, per cui giustamente i tifosi rossoneri attendono con ansia di vedere come inizia questa nuova stagione. Discorso simile per la Juventus, anche se il grande appuntamento di agosto è la Supercoppa Italiana, un trofeo ufficiale ma certo non così determinante per il resto della stagione: anche per Conte questo è il primo vero test dopo l'amichevole contro i valligiani valdostani, e dunque sarà anche il vero battesimo nel calcio italiano per Carlos Tevez e Fernando Llorente, i due nuovi acquisti che sono le punte di diamante del nuovo attacco bianconero. La Juventus è senza i tanti Nazionali, in particolare i tanti azzurri: assenze che pesano soprattutto in difesa e a centrocampo, dove le scelte di Conte saranno stasera quasi obbligate, fatto salvo l'impiego di ragazzi della Primavera. Si potrà comunque ammirare anche il terzo grande acquisto, cioè Angelo Ogbonna. Infine, il Sassuolo: abbiamo già detto perché per i neroverdi questa sarà una serata speciale, ed è chiaro che affrontare Milan e Juventus sarà la prima grande occasione per mettersi alla prova contro le big della serie A, nella quale naturalmente gli uomini di Eusebio Di Francesco dovranno puntare a raggiungere la salvezza, ma senza sacrificare il bel gioco che è una caratteristica di questo giovane allenatore, allievo di Zdenek Zeman. I motivi d'interesse dunque non mancheranno: a questo punto non ci resta altro da fare che cedere la linea a Reggio Emilia, perché il Trofeo Tim 2013 con Milan, Juventus e Sassuolo sta per cominciare...