BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Tour de France 2013 / Ottava tappa, Castres-Ax 3 Domaines (193,5 km): il percorso e le salite

La Castres-Ax 3 Domaines (193,5 km), ottava tappa del Tour de France 2013, è la prima frazione pirenaica della corsa: le informazioni utili sul percorso e sulle salite in programma

Alberto Contador (Infophoto)Alberto Contador (Infophoto)

Oggi al Tour de France si comincia a fare sul serio. L'ottava tappa è la Castres-Ax 3 Domaines di 193,5 km, prima delle due frazioni che quest'anno la Grande Boucle propone sui Pirenei. Dunque finalmente l'edizione numero 100 della più grande corsa a tappe del mondo propone le prime grandi salite e il primo scontro fra i big, a partire da Chris Froome e Alberto Contador. Insomma, questa sera ne sapremo di più sulle reali condizioni di forma di tutti gli uomini che puntano a salire sul podio a Parigi: come si suol dire, la prima tappa di salita non può già dire chi vincerà il Tour, ma potrebbe già dirci chi non lo vincerà, perché chi si staccherà dimostrerà subito di non essere all'altezza dei rivali. Il percorso della tappa è sostanzialmente diviso in due: i primi 130 km circa sono quasi del tutto in pianura, con soltanto un piccolo Gpm di quarta categoria (la Cote de Saint Ferreol al km 26,5) e lo sprint intermedio di Quillan al km 119. Sicuramente andrà via una fuga, animata da quei corridori che possono reggere anche sulle grandi salite e che dunque sperano di accumulare un vantaggio tale per poter sperare di vincere la tappa, o almeno di esserne grandi protagonisti nella sua fase decisiva. Molto dipenderà da come i big e le loro squadre affronteranno il Col de Pailheres, prima delle due grandi salite poste nel finale di questa tappa: se si accenderà subito la bagarre i fuggitivi non avranno speranze, altrimenti alcuni di loro potrebbero giocarsi la grande chance. Il Pailheres sarà dunque la prima vera grande salita di questo Tour, e sarà subito un Gpm Hors Categorie – letteralmente 'fuori categoria', modo con cui i francesi indicano le salite più dure della Grande Boucle – con numeri davvero importanti: sommità a 2001 metri di altitudine, che saranno raggiunti al km 166 di gara; lunghezza di 15,3 km con pendenza media 8% e punte oltre il 10% nel tratto finale. Contador l'ha definita “una delle tre salite più difficili del Tour”. Da non sottovalutare nemmeno la discesa che porterà la corsa fino ad Ax les Thermes, dove immediatamente si tornerà a salire verso il traguardo posto nella stazione sciistica di Ax 3 Domaines, a 1375 metri di quota. L'ascesa finale misura 7,8 km ed avrà la pendenza media all'8,2%. Una salita di prima categoria, impegnativa soprattutto nei primi chilometri, dove certamente i grandi favoriti dovranno darsi battaglia. L'arrivo sarà previsto attorno alle ore 17.00, e bisognerà fare grande attenzione al caldo, spesso infernale sui Pirenei: sono previsti infatti circa 30° e questo potrebbe incidere sulla fatica delle salite. (Mauro Mantegazza)

© Riproduzione Riservata.