BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Tour de France 2013 / La classifica generale e le altre graduatorie dopo la nona tappa: Froome tiene la gialla

Chris Froome conferma la maglia gialla dopo la nona tappa, vinta dall'irlandese Daniel Martin: il britannico del Team Sky fatica più del previsto per una squadra che lo supporta poco

Foto InfophotoFoto Infophoto

Altro arrivo in salita, con volata per decidere il vincitore della nona tappa del Tour de France 2013: si andava da Saint Girons a Bagneres de Bigorre, per Chris Froome, che ha conquistato ieri la maglia gialla, poteva sembrare una formalità e se si guarda la classifica lo è stato, perchè il vantaggio sugli inseguitori è immutato e l'unico che ha perso terreno è il suo fido scudiero Richie Porte, che dunque ora non ha più nemmeno la scusa di interessi particolari e si metterà, come del resto ha sempre fatto, a completa disposizione del suo capitano. Che, come dicevamo, ha sofferto più di quanto non dicano i distacchi finali: resta 1'25'' il divario da Valverde che è secondo (la crisi di Porte dà una posizione in più a tutti), che da buon secondo in classifica ha provato l'assalto addirittura sul tratto di pianura, e il leader britannico si è trovato senza squadra, con lo stesso Porte già in crisi e Peter Kennaugh volato in un burrone (senza conseguenze) e quindi fuori gioco. Gli è andata bene: Froome dunque rimane davanti a tutti, mentre cambia una classifica: Peter Sagan mantiene la maglia verde che è il suo vero obiettivo per quest'anno, mentre Pierre Rolland pur beffato nella volata del GPM da De Gendt sfila la maglia a pois allo stesso Froome ed è leader degli scalatori, mentre la maglia bianca del miglior giovane è appannaggio di Nairo Quintana, che rimane anche settimo nella generale e ha provato un ultimo attacco ai piedi dell'ultima salita di tappa, venendo però ripreso e favorendo in qualche modo l'allungo decisivo dei due fuggitivi finali, con Daniel Martin che guadagna una ventina di secondi e scavalca quindi Joaquin Rodriguez e Rui Albero Costa, prendendosi l'ottava piazza nella classifica della maglia gialla.