BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

UFC / Arti marziali, Chris Weidman vince il titolo battendo Anderson Silva

Incredibile Chris Weidman: l'americano sconfigge la leggenda Anderson Silva che non perdeva da sette anni e vince il titolo UFC. In carriera ha un record di dieci vittorie e zero sconfitte

Foto Infophoto Foto Infophoto

Il regno di Anderson Silva è finito. Il titolo della (Ultimate Fighting Championship), organizzazione di arti marziali statunitense, appartiene ora a Chris Weidman. E' una notiziona: alla seconda ripresa della UFC 162 Weidman trova il sinistro giusto da distanza ravvicinata e poi chiude il brasiliano all'angolo, finchè l'arbitro non interrompe l'incontro. Anderson Silva, 38 anni, non perdeva un incontro dal gennaio 2006, quando era stato squalificato per un calcio irregolare contro Yushin Okami; ma allora non combatteva ancora nella UFC, nella quale ha vinto 17 incontri consecutivi. Ecco perchè l'impresa di Weidman è di quelle da ricordare. "Silva era un mio idolo, l'ho ammirato per molti anni. Mi sentivo destinato a vincere il titolo, sembrava impossibile ma io questo momento me lo sono immaginato tante volte in testa". "Ho lavorato per questo incontro", ha detto invece lo sconfitto. "E' lui il campione. Ho tenuto la cintura per tanto tempo, sono stanco". Chris Weidman, 29 anni, è stato un ottimo wrestler; il suo debutto nel mondo UFC avviene nel , quando batte ai punti Alessio Sakara. Ha un record di dieci vittorie e nessuna sconfitta, dal febbraio 2009 (Ring of Combat 23 contro Ruben Lopez) a oggi. Quella di sabato contro Anderson Silva è finora la sua vittoria più prestigiosa: è stato scelto come sfidante anche a causa di sconfitte da parte dei possibili candidati Michael Bisping e Rashard Evans. Per Silva si tratta della prima sconfitta per KO in tutta la carriera (record 33-5). 

© Riproduzione Riservata.