BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Amichevole/ Video, Juventus A-Juventus B risultato finale 4-1: gol e highlights (tabellino)

Video Juve A-Juve B: gol e highlights. I bianconeri di Antonio Conte affrontano il consueto test di Villar Perosa contro la formazione Primavera, guidata da Andrea Zanchetta

Foto Infophoto Foto Infophoto

VIDEO JUVENTUS A-JUVENTUS B: GOL E HIGHLIGHTS - Come da consuetudine a Villar Perosa, il finale di partita tra Juventus A e Juventus B è dato dal pubblico, che si assiepa sulle tribune e decide, a un certo punto, che può bastare così. Finisce 4-1 per la prima squadra: una sgambata dalla quale però Antonio Conte avrà tratto indicazioni riguardo la formazione che dovrà affrontare la Lazio. Curioso l'undici di partenza: con Barzagli ai box gioca Ogbonna, ma la vera sorpresa è a centrocampo dove il tecnico salentino manda in campo Vidal, Pirlo, Pogba e Marchisio contemporaneamente, con il cileno largo a sinistra con libertà di accentrarsi. Proprio lui sblocca la partita, con un tiro da distanza ravvicinata dopo aver controllato un rimpallo fortuito. La Juventus "bianconera" fa la partita, ma la Primavera di Zanchetta si dimostra squadra solida e spaventa Gigi Buffon un paio di volte, soprattutto con il nuovo acquisto Marzouk. Tuttavia la prima squadra non si scompone: dopo una facile occasione fallita da Tevez, arriva il raddoppio con l'Apache che si inserisce a destra e crossa morbido per Bonucci, pronto alla deviazione di testa sotto porta. Si conclude così il primo tempo, anche se la Primavera, oggi in maglia gialla, si vede annullare un gol per fuorigioco (di Josipovic). Nella ripresa canonica girandola di cambi: si vede Rubinho (Storari era già subentrato a Buffon), entrano Isla, Matri e Quagliarella, dentro l'austriaco Buchel che gioca con i "grandi". A inizio di secondo tempo segna finalmente Carlos Tevez, con un bel pallonetto a scavalcare il portiere; un minuto più tardi ecco la replica dei ragazzi di Zanchetta, grazie a Josipovic che si fa beffe di Bonucci e scarica il sinistro in rete. Si prosegue a ritmi blandi: Quagliarella si divora un gol già fatto dopo una serpentina, ma è bravo qualche minuto dopo a deviare in tuffo di testa un cross di Isla sporcato da Padoin. Pochi istanti dopo l'invasione: finisce così, per Conte è già tempo di pensare alla Supercoppa.

Il tabellino JUVENTUS A-JUVENTUS B 4-1 (primo tempo 2-0)

Marcatori: 3' Vidal (JA), 35' Bonucci (JA), 47' Tevez (JA), 49' Josipovic (JB), 80' Quagliarella (JA)

JUVENTUS A (3-5-2): Buffon; Bonucci, Ogbonna, Chiellini; Vidal, Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Giovinco, Tevez. All. Conte

JUVENTUS B (4-3-3): Vannucchi; Bertinetti, Romagna, Garcia Tena, Cifarelli; Emmanuello, Cevallos, Gerbaudo; Donis, Marzouk, Lanini. All. Zanchetta



JUVENTUS A-JUVENTUS B 4-1: GOL DI QUAGLIARELLA! Arriva anche il quarto gol della Juventus A: lo segna Fabio Quagliarella, bravo a tuffarsi di testa sul secondo palo e spingere in rete un cross di Isla, leggermente deviato da Padoin. 

JUVENTUS A-JUVENTUS B 3-1: ACCORCIA JOSIPOVIC! Arriva anche il gol della Primavera: lo segna Josipovic, svizzero acquistato dal Chiasso cui era già stato annullato un gol nel primo tempo. Bravo il numero 21 in giallo a tenere a distanza Bonucci, girarsi sul sinistro e battere Storari per il gol del 3-1.

JUVENTUS A-JUVENTUS B 3-0: SEGNA ANCHE TEVEZ! Carlos Tevez mette la firma sulla partita, trovando il secondo gol del suo precampionato. L'Apache scatta da solo da destra e si presenta solo davanti al portiere, scavalcandolo poi con un bel pallonetto. Chissà che non sia questo il gol che lo può sbloccare definitivamente.

JUVENTUS A-JUVENTUS B 2-0: SEGNA BONUCCI! Raddoppia la Juventus al 35' minuto: bravo Tevez che su azione di calcio d'angolo si fa trovare pronto sulla destra, alza la testa e mette il pallone morbido sul secondo palo dove Bonucci, tutto solo, insacca di testa a porta vuota.

JUVENTUS A-JUVENTUS B 1-0: GOL DI VIDAL! E' Arturo Vidal a sbloccare la partita. Dopo un paio di iniziative, una per parte, il cileno raccoglie una deviazione fortuita in area e al 3' minuto insacca alle spalle del portiere. Partita vivace: è la Primavera ad avere la prima occasione da rete con Marzouk che approfitta di un errore di Chiellini, poi ci prova Marchisio, fino al gol di Vidal che spezza l'equilibrio.

DIRETTA JUVE A-JUVE B: LA PARTITA (AMICHEVOLE) - Inizia tra poco Juventus A-Juventus B, tradizionale amichevole in famiglia per i bianconeri di Antonio Conte che affrontano la Primavera, da quest'anno affidata ad Andrea Zanchetta. Per il tecnico salentino la missione è una sola: studiare la sua squadra in vista della Supercoppa, trovare l'assetto migliore per affrontare la Lazio. Questo racchiude naturalmente una serie di aspetti, che vanno dallo stato di forma dell'attacco alla scelta degli uomini che stanno meglio, perchè domenica prossima in campo ci saranno quelli che hanno trovato la miglior condizione fisica. Conte vorrebbe utilizzare Carlos Tevez, dunque oggi la partita servirà all'Apache per togliersi di dosso un po' di ruggine ed entrare in ritmo partita. Non che l'argentino abbia fatto malissimo durante la tournee americana, ma gli manca senza dubbio il gol e un attaccante che non segna è un problema, specie se è arrivato con grandi promesse e tra squilli di tromba. Ma ci sarà anche la definitiva prova Isla, che va verso un posto da titolare all'Olimpico dopo aver convinto il suo allenatore a confermarlo. Si va in campo con il 3-5-2 e il centrocampo è il migliore: Pirlo è apparso affaticato, ma deve mettere ritmo nelle gambe e quindi ci sarà. Non resta dunque che vedere come andrà a finire....

DIRETTA JUVENTUS A-JUVENTUS B: LA PARTITA (AMICHEVOLE) - Oggi alle 17 si disputa a Villar Perosa Juventus A-Juventus B, tradizionale partita in famiglia dei bianconeri che vedrà opposte la prima squadra di Antonio Conte e la Primavera di Andrea Zanchetta. Il paesino di Villar Perosa, che si trova in provincia di Torino in Val Chisone e fa parte della Comunità Montana del Pinerolese, è indissolubilmente legato alla famiglia Agnelli, che a sua volta è l'emblema della Juventus: qui ha avuto i natali Giovanni Agnelli, senatore del Regno d'Italia, uno dei fondatori della FIAT e nonno di Gianni, al quale naturalmente tutti associano la Juventus prima di tutto il resto, perchè l'Avvocato è stato l'anima della Vecchia Signora, profondo conoscitore di calcio e persona brillante alla quale si devono tanti dei soprannomi che hanno caratterizzato i campioni bianconeri, da Coniglio Bagnato (Roberto Baggio) a Pinturicchio (Alex Del Piero), fino ai celeberrimi dialoghi con Michel Platini. Qui, nella villa settecentesca chiamata Il Castello, ha sede la residenza estiva della famiglia; ed è qui che Gianni, dal 1945 e per quasi trent'anni, fu sindaco. L'Avvocato divenne presidente della Juventus nel 1947, e una delle sue più grandi gioie era l'amichevole di Villar Perosa: un appuntamento al quale fu sempre fedele, che all'epoca rappresentava la prima occasione per vedere all'opera la nuova versione della squadra. Era una festa prima ancora che una partita, e lo è ancora, pur se ora si è persa un po' della magia di una volta anche in funzione delle tante tournee e amichevoli che sponsor e preparazione impongono. Oggi però sarà ancora Juventus A contro Juventus B, alla presenza di Andrea Agnelli che ha riportato la famiglia al comando della società. Non importa il risultato: lo sa anche Antonio Conte, che nelle sue 13 stagioni da calciatore della Juventus di amichevoli così ne ha giocate tante. Conta onorare l'appuntamento e la memoria dell'Avvocato Gianni, innanzitutto; come fece quella volta Alex Del Piero, a pochi giorni dalla morte, con un splendido gol di tacco realizzato contro il Piacenza. 

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI JUVENTUS A-JUVENTUS B LIVE: SEGUI E COMMENTA L'AMICHEVOLE IN TEMPOREALE

La Juventus di Antonio Conte apre ufficialmente la stagione 2013/2014 con la Supercoppa Italiana. Un appuntamento che i bianconeri giocano per il secondo anno consecutivo: dodici mesi fa si andò a Pechino e arrivò la vittoria per 4-2 sul Napoli, condita da tante polemiche ma che portò in casa il secondo titolo dell'era Andrea Agnelli-Conte. Ora bisognerà lottare anche contro la cabala: nel 1998, lo ha ricordato lo stesso allenatore in conferenza stampa (lo ha vissuto da calciatore) la Juventus arrivava dal secondo scudetto consecutivo, aprì l'anno sfidando la Lazio in Supercoppa e perse (reti di Neved e Sergio Conceiçao, che in pieno recupero diede la vittoria ai biancocelesti dopo che Del Piero aveva pareggiato su calcio di rigore). Sono passati 15 anni da allora, ma il fatto che Conte (che quella partita la vide dalla panchina) abbia ricordato ai giornalisti - e ai suoi giocatori - quell'episodio fa capire quanto sia difficile restare sulla breccia per tanto tempo, soprattutto se pensiamo che l'ultima volta in cui la Juventus ha vinto più di due campionati in fila è stato negli anni Trenta, con la striscia di cinque aperta da Carlo Carcano e conclusa da Carlo Bigatto, già storico calciatore bianconero per 18 stagioni. La missione per il tecnico salentino è questa: riportare la sua squadra sul tetto d'Italia, poi si penserà alla Champions League. Oggi quindi, anche a livello di formazione, sarà una prova in vista di Roma. La Primavera della Vecchia Signora ha invece cambiato quest'anno: Marco Baroni ha fatto un grande lavoro sulla panchina della formazione giovanile, portandola a vincere Torneo di Viareggio e Coppa Italia e a giocare una finale della stessa coppa (nel 2012, persa dalla Roma). Certo non era facile ripetere i fasti di Vincenzo Chiarenza, ma il suo contributo è stato importante anche per lanciare alcuni giovani che ora matureranno esperienza in serie B: è il caso di Beltrame e Magnusson, di Schiavone e Ruggiero. Lui stesso è in cadetteria: c'è la grande sfida del Lanciano, mentre al timone della Primavera è stato chiamato Andrea Zanchetta, che fino a oggi aveva maturato solo due anni di esperienza negli Allievi della Cremonese. Come vice avrà l'ex bianconero Fabio Grosso, e a disposizione un gruppo naturalmente modificato ma nel quale restano alcuni protagonisti dello scorso anno, come Penna, Pol Garcia e Lanini. A lui il compito di amalgamare la squadra e portarla al successo, ma soprattutto a far esplodere qualche ragazzo che in futuro potrà essere utile a Conte. Nel frattempo, non resta che dare la parola al campo e vedere come andrà questa amichevole: Juventus A-Juventus B sta per cominciare…

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER LA DIRETTA DI JUVENTUS A-JUVENTUS B: SEGUI E COMMENTA LA DIRETTA DELL'AMICHEVOLE IN TEMPOREALE