BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Amichevole/ Video, Roma-Chelsea: il risultato finale 1-2, gol e highlights (tabellino)

Video Roma Chelsea, risultato finale 1-2: gol e highlights. Roma che perde contro il Chelsea ma a lunghi tratti del primo tempo domina la partita. Ottima prestazione dei giallorossi

Infophoto Infophoto

Finisce 1 a 2 l'amichevole tra Roma e Chelsea. Partita equilibrata con la Roma che dopo un inizio in leggero affanno a dominato per lunghi tratti il primo tempo. Al minuto 21' i giallorossi passano in vantaggio grazie al gol di Lamela su un errore difensivo del portiere del Chelsea Schwarzer che colpisce male la palla mandandola contro il palo della porta e l'attaccante argentino della Roma è lesto ad arrivare per primo sulla pallone e segnare da distanza ravvicinata. E' una bella Roma quella di oggi capace di fare male tramite un gioco veloce e che in più occasioni sfiora il raddoppio. Pesano in centrocampo le assenze di De Rossi e Pjanic ma anche grazie a Totti che abbassa il suo baricentro portandosi spesso sulla linea della metà campo, la Roma riesce a rendersi pericolosa tramite lanci in profondità e passaggi filtranti. Nel secondo tempo il Chelsea cambia l'intera squadra mentre Garcia sceglie di tenere gli stessi undici giocatori in campo per i primi 25 minuti della seconda frazione di gioco. Il Chelsea torna a farsi sotto ma la Roma tiene bene il campo e riesce a difendere bene la propria porta riuscendo qualche volta anche a rendersi pericolosa in avanti. E' Lampard portare in pareggio il Chelsea al minuto 61' grazie ad un tiro forte ed angolato da guori area. Non può fare nulla De Sanctis. Ad un minuto dalla fine dopo una grande incursione sulla fascia di Hazard,la respinta di De Sanctis sul tiro del belga finisce roccambolescamente sui piedi e da un metro dalla linea di porta non sbaglia. Determinante in questa partita la prestazione di un super De Sanctis che in più azioni compie un veri e propri miracoli salvando il risultato. Lamela gol a parte e' sembrato ancora fuori dagli schemi ed incapace di incidere come nella scorsa stagione. 

Marcatore: 21' Lamela, 61' Lampard, 89' Lukaku
De Sanctis; Maicon (78' Jedvaj), Benatia, Castan, Balzaretti; Bradley, Strootman, Florenzi (70' Marquinho); Lamela, Osvaldo (70' Borriello), Totti A disposizione: Lobont, Skorupski, Torosidis, Burdisso, Romagnoli, Dodò, Crescenzi, Verre, Ricci, Taddei, Caprari, TalloAllenatore: Garcia
Schwarzer (46' Blackman); Azpilicueta (57' Ivanovic), David Luiz (46' Cahill), Terry (78' Lukaku), Bertrand; Essien (46' Lampard), Mikel (57' Van Ginkel); Moses (46' Ramires), De Bruyne (46' Oscar), Schurrle (57' Hazard); Torres (46' Demba Ba). A disposizione: ColeAllenatore: Mourinho
Arbitro:  Villareal

Sullo scadere Lukaku chiude la partita. Bene Hazard che sulla fascia sinistra sfonda la difesa della Roma, arriva difronte a De Sanctis che respinge il tiro. Una serie di rimpalli fanno arrivare la palla in area piccola a Lukaku che da un metro non sbaglia. Peccato che ad un minuto dalla fine la Roma si trovi in svantaggio dopo una bella prestazione.

Il secondo tempo vede il Chelsea mettere in campo i sostituti. Non li si può certo chiamare seconde linee, e infatti l'effetto si vede. Il Chelsea mette tanta qualità, la Roma fatica ma la partita è  aperta, con occasioni da entrambe le parti. Il gol del pareggio non si fa attendere troppo e arriva con un gran tiro di Lampard che si libra di Castan ed esplode un tiro imparabile per l'estremo difensore giallorosso. De Sanctis non riesce a fare il miracolo, il Chelsea ringrazia e impatta la partita.

Incredibile gol della Roma che passa in vantaggio sul Chelsea grazie alla clamorosa papera del portiere Schwazer che si complica la vita su un retropassaggio della difesa, incespica sul pallone, si fa fare un clamoroso tunnel dalla palla che colpisce il palo e Lamela, unico ad aver seguito l' azione con istinto predatore insacca il pallone alle spalle del povero portiere londinese. La partita rimane piacevole, con la Roma decisamente solida e il Chelsea che conduce la gara. Ora l'equilibrio è rotto, vedremo come finirà…

La Roma potrebbe perdere due pedine importanti. E' in forte dubbio la presenza in campo di De Rossi e Pjianjc (febbre). Dovrebbe partire Osvaldo titolare insieme a Totti e Lamela con la conferma di Maicon dopo la bella prestazione contro Toronto DC.

Questa notte, con calcio d'inizio alle ore 2.00 italiane, la capitale statunitense Washington ospiterà l'amichevole Roma-Chelsea, certamente uno dei tanti match di cartello di questa estate che ha visto confluire in America molte fra le più grandi squadre del calcio europeo. Il Chelsea è reduce dal secondo posto nella cosiddetta Guinness Cup, un prestigioso torneo che ha visto la partecipazione di otto grandi squadre e che ha consentito a José Mourinho di tornare alla guida della squadra che fu sua già per tre anni dal 2004 al 2007, mentre la Roma sta vivendo una tournée che finora ha portato solamente vittorie ai giallorossi allenati da Rudi Garcia. Va detto che quello contro i Blues, vincitori sia della Champions League sia dell'Europa League nelle ultime due stagioni, sarà senza dubbio il test più probante per la Roma fino ad oggi, ma si può affermare con ragionevole certezza che il nuovo progetto giallorosso sta crescendo bene, e che le prospettive per questa stagione si annunciano certamente migliori rispetto alle due precedenti, terminate fallendo in entrambe le circostanze la qualificazione per le Coppe europee. Le due formazioni non si sono affrontate spesso nella loro storia in competizioni ufficiali: si può ricordare un lontanissimo precedente nell'allora Coppa delle Fiere 1965-66, quando al primo turno ebbero la meglio gli inglesi, vittoriosi a Londra per 4-1 mentre nel ritorno a Roma non si andò oltre un pareggio a reti inviolate, e il ben più recente doppio confronto nella fase a gironi della Champions League 2008-09, quando entrambe le formazioni passarono il turno anche grazie al doppio successo casalingo negli scontri diretti. Il Chelsea vinse 1-0 a Stamford Bridge, la Roma replicò con uno splendido 3-1 all'Olimpico. Ora invece non c'è nulla in palio, se non la gloria che può regalare una ribalta di prestigio e la razione di fiducia e autostima che arriverebbe come logica conseguenza di un ottimo risultato contro una big come il Chelsea, e che farebbe molto bene per far crescere il nuovo progetto giallorosso di Rudi Garcia.

Il pre-campionato della Roma finora si è svolto contro avversarie di livello minore, a partire dalle prime partite giocate nel ritiro di Riscone di Brunico, quando arrivarono una larga vittoria contro una Rappresentativa locale e poi un pareggio (1-1) contro i turchi del Bursaspor. A seguire è arrivato il successo in Grecia contro l'Aris Salonicco, un 2-1 che sarà ricordato soprattutto perché ha visto l'esordio di Kevin Strootman con la maglia della squadra giallorossa. Poi c'è stato il trasferimento in America, terra dei nuovi proprietari della società capitolina. Anche per questo motivo la Roma è stata scelta per giocare l'All Star Game del calcio americano, vincendo per 3-1 contro la selezione MLS All Stars, formazione che raggruppava i migliori giocatori della Major League Soccer. Infine, ecco la vittoria per 4-1 a Toronto contro i padroni di casa della locale formazione canadese. Di indicazioni positive ne sono arrivate già tante, soprattutto per quanto riguarda il reparto d'attacco, ma ora la partita contro il Chelsea segnerà un salto di qualità nel livello degli avversari, e dunque si potranno testare nel modo migliore anche la compattezza e la tenuta difensiva dei giallorossi contro giocatori del calibro di Eden Hazard e altri grandi campioni. La citazione per il belga però è d'obbligo, perché la sua esplosione ai massimi livelli arrivò proprio giocando nel Lille di Rudi Garcia, che se lo ritroverà ora per la prima volta come avversario (clicca qui per le probabili formazioni dell'amichevole pre-campionato Roma-Chelsea). Non è invece una novità avere Mourinho come avversario, ma ora dallo Special One bisognerà temere soprattutto gli eventuali assalti per arrivare a Daniele De Rossi, da sempre un pallino dell'allenatore portoghese. De Rossi è però una bandiera della Roma, al pari di quel Francesco Totti, icona amata persino negli Stati Uniti, dove questo onore tocca a ben pochi calciatori. Ma ora è tempo di vedere come si comporterà in campo la Roma di Rudi Garcia contro i temibili Blues. Non resta dunque che dare la parola al campo e vedere come andrà a finire: la diretta dell'amichevole pre-campionato Roma-Chelsea sta per cominciare…