BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Italia-Argentina: Verratti e Montolivo titolari? Le ultime novità (amichevole)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Significative le parole dell'argentino numero uno, Diego Maradona, ovviamente legato anche all'Italia: "Questa amichevole è la partita in nome di Dio e del Papa, la partita del cuore. Sarò in campo con il cuore insieme ai miei fratelli argentini, per i veri valori della Chiesa e dello sport. Sono felice e orgoglioso di questo Papa, che rappresenta l'immagine vera, bella e semplice della Chiesa". Sabella pensa alla formazione anti-Italia: cambia poco rispetto alle indiscrezioni della vigilia, se non che l'esterno sinistro titolare dovrebbe essere Zabaleta e non Basanta, che si accomoda in panchina. Di Maria e Maxi Rodriguez, i due esterni, inizialmente si dovrebbero schierare sulla stessa linea dei due centrali (Lucas Biglia e Mascherano), ma nel corso della partita potrebbero come di consueto andare sulla trequarti ad affiancare Palacio, che inizialmente gioca sulla stessa linea di Gonzalo Higuain. E' una squadra di grande qualità ma anche solida: al centro del campo è dura passare, dietro c'è la solidità di Campagnaro unita all'abilità della coppia centrale Fernandez-Garay. Ci sono in campo sei giocatori che militano in serie A: vero che Fernandez potrebbe presto lasciare (ma è cercato soprattutto in Italia), ma per contro chissà, potrebbe arrivare Mascherano (a Napoli). 

In Patria, Alejandro Sabella è stato più volte criticato per alcune convocazioni che si spiegano poco. Come quella di José Maria Basanta, terzino ventinovenne del Monterrey; o quella di Cristian Ansaldi, che ha giocato cinque stagioni nel Rubin Kazan e si è appena trasferito allo Zenit San Pietroburgo. La verità è che i giocatori della vecchia guardia stanno giustamente perdendo colpi (da Samuel, comunque infortunato, a Heinze) e quindi il tentativo di sperimentare giocatori in vista del Mondiale ci sta. Vedremo forse Lamela e Lavezzi nel secondo tempo, ma anche Ever Banega che sembra essere in gran forma; e poi Ricky Alvarez, reduce da un buon precampionato con l'Inter.

Purtroppo il più atteso di tutti non c'è: Leo Messi soffre ancora di un disturbo al quadricipite che gli aveva fatto saltare un'amichevole del Barcellona in Malesia, ed è rientrato in Catalogna. Un peccato per tutto il pubblico di Roma e anche per l'Italia, che sognava di affrontarlo. Mancheranno anche il secondo portiere Sergio Romero (in procinto di passare dalla Sampdoria al Monaco) e anche Marcos Rojo, qualche settimana fa accostato all'Inter.