BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Superbike/ Annullato il Gran Premio d'India, sicurezza insufficiente

Pubblicazione:

Marco Melandri (Infophoto)  Marco Melandri (Infophoto)

SUPERBIKE, CANCELLATO IL GRAN PREMIO D'INDIA 2013 – Il Mondiale Superbike 2013 finirà prima del previsto, come d'altronde era previsto. Infatti, il campionato delle derivate di serie non farà tappa in India quest'anno. La Federazione motociclistica internazionale (Fmi) infatti ha cancellato, in accordo con la Dorna – società organizzatrice del Mondiale – e con la società che gestisce l'autodromo, il round che era stato previsto nel calendario stagionale sul Buddh Circuit per domenica 17 novembre prossima e che avrebbe dovuto sancire la fine della stagione, che invece ora perde un appuntamento che non verrà sostituito. Il circuito indiano, che ospita dal 2011 la Formula 1 e che quest'anno avrebbe dovuto fare il suo debutto anche tra le Superbike, nonostante gli sforzi dell'organizzazione locale, non soddisfa ancora le regole di sicurezza imposte dalla Fim, e che naturalmente sono inderogabili per garantire le migliori condizioni possibili ai piloti per gareggiare. Si lavora quindi per poter ospitare il Mondiale Sbk in India almeno nel 2015, mentre per l'anno prossimo non se ne farà nulla. La gara inizialmente era stata prevista all'inizio della stagione in corso, ma era stata poi spostata al termine del campionato proprio per dare più tempo agli organizzatori per lavorare sul circuito. Tuttavia, nemmeno questo accorgimento è bastato e quindi alla fine si è deciso di posticipare il tutto. In questo modo il campionato 2013 si disputerà su un totale di 14 prove, l'ultima delle quali è in programma il 20 ottobre a Jerez, in Spagna. Finora ne sono state disputate nove, dunque i centauri ne dovranno ancora affrontare cinque, la prima delle quali sarà domenica 1° settembre al Nurburgring, in Germania, al termine della pausa estiva che vede godersi il mese di agosto al comando della classifica il francese Sylvain Guintoli.



© Riproduzione Riservata.