BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calendario serie B 2013-2014 / Russo (Rai): Palermo strafavorito, eliminerei i playoff (esclusiva)

UGO RUSSO, giornalista Rai, commenta in esclusiva il sorteggio del calendario di serie B che ha regalato un inizio difficile al Palermo, la grande favorita per la promozione in serie A

Foto Infophoto Foto Infophoto

Sarà il campionato del Palermo? La squadra siciliana partirà come assoluta favorita e formazione più accreditata per salire in serie A: certo sarebbe una sorpresa incredibile se dovesse fallire. Il calendario della serie B 2013/2014 gli ha però riservato un inizio molto difficile, con la trasferta a Modena nella prima giornata, l'incontro casalingo con l'Empoli alla seconda, con la finalista dei playoff della scorsa stagione, e alla terza la trasferta a Padova. Si vedrà quindi subito di che pasta è fatta la squadra rosanero. In questa prima giornata spiccano anche Cesena-Varese e Avellino-Novara; ma certo gli incroci e le partite di un calendario così lungo come quello cadetto contano poco, visto che non ci sono mai certezze assolute. L'altro dato da rilevare è relativo alle tre giornate che saranno giocati tra il 21 e il 29 dicembre a cavallo del periodo natalizio. Il campionato poi si fermerà fino al 25 gennaio 2014; oltre al Palermo, favorite per la promozione e per i playoff sarà un gruppo di squadre, dalle due retrocesse Siena e Pescara, al Varese al Modena, al Brescia, all'Empoli e al Novara. E le solite sorprese della serie B. Per parlare di questo calendario abbiamo sentito un esperto, il giornalista Rai Ugo Russo. Eccolo in questa intervista esclusiva rilasciata a IlSussidiario.net.

Non un bell'inizio per il Palermo... Non sarà una partita facile per il Palermo che andrà a giocare in un campo difficile come quello di Modena. Le ambizioni dei rosanero sono comunque importanti come ha dichiarato lo stesso presidente Zamparini, e il loro palcoscenico è la serie A. Sono stati tenuti giocatori come Hernandez, ed è partito in un modo un po' burrascoso Miccoli, ma la rosa di questa squadra è di ottima levatura tecnica.

Altro bell'appuntamento alla prima giornata è Cesena-Varese? A Cesena non sarà certamente facile per il Varese, ma in ogni caso siamo solo alla prima partita. Il Varese si è indebolito, ma è anche vero che c'è un allenatore molto valido e di grande carica agonistica come Sottili. Questo potrebbe avvantaggiare la squadra lombarda che in questi anni ha sempre sfiorato la promozione.

E il Novara andrà ad Avellino, quali le difficoltà? Anche quu c'è una partita difficile per il Novara, contro una squadra che vorrà certamente disputare un buon campionato.

Il Palermo, grande favorita per la promozione. sembra avere un inizio terribile, alla seconda l'Empoli e alla terza la trasferta a Padova... Non ci sono più le teste di serie come in serie A, ed ecco spiegato il calendario iniziale del Palermo, grande favorita per la promozione. Del resto se la formazione siciliana vorrà puntare alla serie A dovrà per forza fare i punti necessari per ottenerla e superare tutti gli ostacoli che si troverà davanti.

Le prime partite potrebbero favorire le squadre di rango o quelle meno accreditate? Nessuno può dirlo: il campionato di serie B è talmente lungo che non ci sono particolari certezze, ci sono squadre che partono forte e poi non riescono a resistere. Bisognerà veramente vedere quello che succederà.
Alla sedicesima giornata ci sarà Palermo-Novara: uno scontro diretto per la promozione? Sì, penso che possa essere una partita che deciderà molto della corsa alla serie A.

Secondo lei quali saranno le squadre favorite per salire nella massima serie? Le tre retrocesse Palermo, Siena e Pescara. E poi il Modena, il Varese, l'Empoli, il Novara. Ci sarà anche il Brescia che ottiene e sfiora le promozioni in serie A molto spesso.

E le possibili sorprese? La sorpresa potrebbe essere tra una delle neopromosse in serie B, come l'Avellino, come lo stesso Latina o il Trapani che si sono affacciate per la prima volta a questo campionato.

Il Carpi? Prima questa cittadina emiliana era ricordata solo per aver dato i natali a Dorando Petri, ora anche per motivi calcistici. Aveva già sfiorato la promozione la stagione precedente, quindi vuol dire che c'era un progetto dietro a questi successi sportivi.

Porterebbe le promozioni da 3 a 4? No, va bene così. Piuttosto ridurrei il numero di squadre sia in A che in B, e toglierei anche i playoff. Si è visto anche nel basket, come sia stato ingiusto il risultato finale per le due squadre che hanno dominato tutto l'anno il campionato. Così succede in serie B: non capisco perchè ci siano i playoff che possono penalizzare le squadre che arrivano davanti. I

Si riferisce a qualche squadra in particolare? Il Livorno ha rischiato di non essere promosso, pur avendo accumulato 8 punti sulla sua diretta concorrente nella fase regolare del campionato.

Un'altra caratteristica del campionato di serie B? Quella di disputare 3 partite nell'arco di pochi giorni nel periodo natalizio. Il campionato poi resta fermo un mese e questo potrà alla fine penalizzare alcune squadre.

Pensa che possa uscire da questo campionato un altro Verratti? E' possibile: dalla serie B escono sempre tanti giovani talenti. Tuttavia, di campione al giorno d'oggi c'è solo Messi.

Ultima domanda di carattere personale: dove nasce la sua passione per il calcio? Ho vissuto tante situazioni e le ho raccolte in un libro che si chiama Un microfono a due facce. E' un racconto della mia vita attraverso il calcio e lo sport nella mia carriera di giornalista. (Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.