BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni / Fenerbahçe-Arsenal, ultime novità (andata playoff Champions League)

Ecco le probabili formazioni e le ultime notizie su Arsenal-Fenerbahçe, valida per l'andata dei playoff della Champions League: molti dubbi per i Gunners, buon mercato estivo per i turchi.

Arsene Wenger (Infophoto)Arsene Wenger (Infophoto)

Questa sera allo Sukru Saracoglu Stadium di Istanbul il nostro arbitro Rocchi alle ore 20.45 fischierà il calcio di inizio di uno degli scontri più ricchi di aspettativa di questa qualificazione alla fase a gironi della Champions League. Visto l'indiscutibile valore tecnico delle due squadre è un vero peccato che una delle due debba abbandonare la competizione così presto: bisognerà approfittare dunque di questa occasione unica per vederle in azione. Per entrambi i club questa potrebbe essere davvero una partita importante. Il team turco esce infatti da una stagione davvero poco esaltante e nonostante i nuovi innesti del mercato estivo, l'allenatore Ersun Yanal è reduce da un brutta sconfitta in trasferta sabato scorso contro lo Konyaspor. Anche Arsene Wenger ha molte aspettative: una squadra non al completo con molti giocatori in forte dubbio e un mercato estivo praticamente inesistente. Dopo molte attese e illusioni infatti il team inglese ha assoldato nelle sue file solo Yaya Sanogo, ventenne francese acquistato dall'Auxerre. Ecco dunque le ultime notizie sulle probabili formazioni.

Una domanda di squalifica pende sulla testa del club turco: ma nel frattempo si prepara ad affrontare i londinesi. Una buona campagna acquisti gli ha permesso di vestire di giallo e blu Bruno Alves, Kadlec e Emeniketre innesti che potrebbero fare la diferenza stasera. Il tecnico Yanal potrebbe partire con un 3-4-3 con il solito Demirel tra i pali e davanti a lui il terzetto composto da Yobo, Bruno Alves e Kadlec. Putroppo la difesa soffre l'assenza di Irtegun (squalificato) e Gonul, ancora infortunato dal brutto incidente subito nello scorso maggio nel ritorno della semifinale di Europa League contro il Benfica. A centro campo potremmo vedere nella rosa iniziale Topuz, Raul Meireles, Topal, e l'olandese ex del Liverpool Kuyt, uno degli elementi di maggior spicco ed esperienza internazionale. L'attacco sarebbe così a tre punte, per la precisione Cristian, Sow e Webo. Al Fenerbahçe sono arrivati giocatori importanti ed è una squadra molto brillante a cui manca però la vittoria di trofei importanti, chissà mai che la loro strada verso il riscatto inizi proprio stasera...

L'allenatore francese Wenger potrebbe optare per il 4-4-2: i Gunners dovranno rimpiazzare molti titolari e potrebbe non essere un'impresa facile. Saranno assenti infatti il terzino Monreal, il difensoe Vermaelen e il centrocampista Diaby, mentre molti saranno in dubbio. Come scelta per la formazione di inizio l'Arsenal potrebbe optare per mettere tra i pali Szczesny, e davanti a lui Sagna, Mertesacker, Koscielny e Jenkinson. Scelta obbligata visto che Gibbs potrebbe non essere ancora al top. Anche a centrocampo Weger dovrà coprire le probabili assenze di Carzola e Wilshere. Per questo motivo si potrebbe optare per il quartetto Frimpong, Ramsey, Walcott e Rosicky. Le speranze dei tifosi sono ancora alle due punte di attacco Podolski e Giroud, sperando segretamente che Wilshere se la senta di entrare in campo. Scalpita infatti questo giocatore:”Comprendiamo la frustrazione dei tifosi, perché anche per noi è lo stesso. L'Arsenal era una squadra abituata a vincere trofei e titoli, ma ora siamo a digiuno da otto anni, quindi sappiamo cosa dobbiamo fare”. L'Arsenal deve far fronte alla possibili assenze di molti e nonostante l'avvio poco brillante in campionato, negli ultimi due preliminari di Champions (nel 2010 contro il Celtic e l'anno dopo contro l'Udinese) ha sempre entusiasmato i tifosi e non solo. La scorsa stagione ha realizzato una striscia di 11 gare da imbattuto ma è da otto anni che la bacheca dei Gunners è vuota di trofei. Senza dimenticare poi la sconfitta subita dall'Aston Villa nella prima giornata di Premier e ancora i grossi dubbi che gravitano attorno alla difesa londinese.