BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Europa League/ Nucera: Fiorentina e Udinese, nessun problema stasera. I viola possono vincere la Coppa (esclusiva)

Il giornalista di Sky Sport ANTONIO NUCERA ha commentato in esclusiva gli impegni di Fiorentina e Udinese nei playoff di Europa League, con uno sguardo alla stagione europea delle italiane

L'Udinese esulta ad Anfield Road: Europa League 2012/2013 (Infophoto) L'Udinese esulta ad Anfield Road: Europa League 2012/2013 (Infophoto)

Dovrebbero essere due partite sulla carta abbastanza facili quelle che opporranno Fiorentina e Udinese a, rispettivamente, Grassophers (a Zurigo, ore 21) e Slovan Liberec (a Trieste, ore 20:45). Due incontri validi per l'andata dei playoff di Europa League, ultimo turno prima della fase a gironi; le nostre squadre partono favorite, ma non bisogna sottovalutare gli impegni. La Fiorentina è certamente superiore al Grassophers, ma il calcio svizzero è molto cresciuto negli ultimi anni se pensiamo che il Basilea lo scorso anno ha centrato la semifinale di questa competizione eliminando una squadra ben più quotata come il Tottenham. La nazionale elvetica inoltre ha ottime possibilità di qualificarsi ancora una volta ai Mondiali dopo la sua presenza a Sudafrica 2010, dove sconfisse la Spagna. L'Udinese se la vedrà con uno Slovan Liberec che potrebbe mettere in difficoltà la formazione friulana (nel preliminare di Champions League 2002 andò ad un passo dall'eliminare il Milan). Quindi, le due compagini italiane partiranno favorite per il passaggio del turno, ma non dovranno assolutamente avere cali di concentrazione e pensare già alla prima giornata di campionato. Per parlare delle partite di Fiorentina e Udinese abbiamo sentito il giornalista di Sky Sport Antonio Nucera, esperto di calcio internazionale. Eccolo in questa intervista esclusiva rilasciata a IlSussidiario.net.

Fiorentina a Zurigo con il Grassophers, quali saranno le difficoltà di questa partita? Una partita all'apparenza semplice, ma con le sue difficoltà. Il Grassophers non sta brillando nel campionato svizzero, ma è uscito dai preliminari di Champions League in modo molto onorevole, perdendo con un doppio 1-0 dal Lione. E poi non avrà nulla da perdere in quest'incontro.

Mario Gomez e Giuseppe Rossi, giocatori in più della formazione viola? Vedo Mario Gomez più decisivo per questa partita. Giuseppe Rossi dovrà ritrovare la condizione dopo essere stato fermo per tanto tempo e sarà pronto probabilmente verso ottobre – novembre.

E Vincenzo Montella è l'allenatore giusto per una grande Europa League dei toscani? E' un allenatore molto valido e sicuramente quest'anno riuscirà a vincere qualcosa. In Europa League la Fiorentina potrebbe fare molto bene e in campionato potrebbe dare del filo da torcere alla Juventus.

Udinese invece contro lo Slovan Liberec, partita sulla carta semplice? Non così facile, perchè il calcio della Repubblica Ceca è di buon valore tecnico. Lo Slovan poi ha ben figurato nel turno precedente di Europa League contro il Maribor, e in campionato è preceduto solo dal Viktoria Plzen che in questi anni fa un po' storia a sè.

Di Natale è sempre il valore aggiunto dei friulani? Come al solito, è un giocatore che fa la differenza.

Quanto conterà l'esperienza di Guidolin? Guidolin non vorrà ripetere il cammino dello scorso anno, che si è chiuson già nel girone. Se la squadra lo ascolterà, l'Udinese non avrà problemi.

Stasera spicca Dinamo Tblisi-Tottenham, partita difficile per i londinesi? Il Tottenham è molto superiore sulla carta, la Dinamo è una squadra giovane, ma giocare su questi campi non è mai facile.

Come vede le squadre italiane in questa competizione? Molto bene la Fiorentina, che potrebbe anche vincere l'Europa League; la Lazio non mi sembra così competitiva, ha bisogno di un centravanti da affiancare a Klose, che ha i suoi anni.

E L'Udinese? Potrebbe fare bene. In ogni caso per questo turno non vedo grandi problemi per la squadra di Montella, mentre l'Udinese povrebbe fare un po' fatica, ma passerà il turno lo stesso.

Quali le squadre che partono favorite? Il Tottenham innanzitutto, e poi tutte le formazioni che usciranno dalla Champions League.

Non sarebbe meglio ripristinare la Coppa delle Coppe? E' un problema di date, sono tutte piene e con due competizioni già presenti sarebbe difficile trovare spazio anche per la Coppa delle Coppe. (Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.