BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Verona-Milan 2-1: i voti e il tabellino della partita (Serie A, prima giornata)

Milan

Abbiati 5,5 Subisce due gol ma la colpa non è di certo sua. Protagonista di parate importanti, come quella su Martinho nella ripresa, viene però abbandonato dai compagni di reparto che non gli garantiscono la copertura sufficiente.

Constant 4,5 Senza ombra di dubbio il peggiore in campo. In entrambi i casi dei gol, la responsabilità è sua. Se per la prima rete la colpa si può dividere coi compagni, sul secondo è lui che si lascia sfuggire ancora una volta Luca Toni.

Mexes 5 Il centrale francese non è ancora in grado di assicurare quella tranquillità di reparto di cui necessita una squadra come il Milan.

Zapata 5 Al pari di Mexes, non garantisce copertura sufficiente. Alcuni errori in fase di ripartenza per non parlare della marcatura a volte un po' troppo blanda.

Abate 5 Timidi tentavi di incursione lungo la corsia di destra, non è solito cui siamo abituati. Smentisce ben presto le premesse, anche se è uno dei pochi che prova ad attaccare. Da segnalare un errore nel finale che permetterà al neo entrato Cacia di calciare verso lo specchio della porta.

Nocerino 5 Apparso stanco e poco presente nel vivo delle azioni. Forse troppo preso dalle voci che lo vogliono lontano da milanello. Remissivo.

Montolivo 6 Il capitano del Milan recupera molti palloni, anche se non è lucidissimo. Una volta varcata la linea di metà campo si ritrova sempre a dover giocare il pallone sull'esterno poiché, là davanti, di fare un movimento smarcante non ne vogliono sapere.

Poli 6,5 Ad oggi l'unica sorpresa in casa rossonera ma si era già visto dall'esordio nei preliminari di Champions. Va in gol grazie a un movimento smarcante e prova spesso a inserirsi tra la linea difensiva degli avversari.

El Shaarawy 5 Il faraone è stato irriconoscibile quest'oggi. Se di solito fa del movimento dello scatto in profondità le sue armi migliori, in questa prima partita è apparso statico e incapace di ritagliarsi uno spiraglio tra la difesa veneta.

Balotelli 5,5 E' suo l'assist per il vantaggio rossonero. È l'unico attaccante che prova ad impensierire il Rafael sia nel primo che nel secondo tempo con due tiri da fuori. Anche lui, forse poco aiutato dai compagni, assume nel finale un atteggiamento rinunciatario.

Niang 4,5 L'altro non pervenuto della serata: poco movimento e in quasi ogni ripartenza perde il pallone andandosi a scontrare con gli avversari.

Allegri 5 In tutto questo cataclisma iniziale le responsabilità sono da attribuire anche all'allenatore che è non è riuscito a motivare a sufficienza i suoi giocatori. Forse il prima ostacolo sembrava troppo facile da superare e l'assenza di Boateng non basta certamente a giustificare una sconfitta del genere. (Mattia Baglioni)

© Riproduzione Riservata.