BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Livorno-Roma (0-2): voti e tabellino della partita (Serie A, prima giornata)

Un'immagine dell'ultimo Livorno-Roma (Infophoto) Un'immagine dell'ultimo Livorno-Roma (Infophoto)

LIVORNO-ROMA: I VOTI DEI LABRONICI

Non male per essere soltanto la seconda presenza in Serie A. Effettua innumerevoli parate, prima di inchinarsi ai tiri scientificamente impossibili da prendere di De Rossi e Florenzi.

C’è ancora molto da imparare per questo ragazzo classe 92, ma che mostra al suo esordio in Serie A grande carisma e sicurezza.

Bella prova del capitano livornese. Un paio di sue ottime chiusure in difesa fanno respirare la squadra ed è l’unico a sporcare i guanti di De Sanctis con la sua punizione. Sorpreso sul secondo goal come tutta la squadra.

Primo tempo con pochissimi errori. Ma nella ripresa si perde un po’ e sul secondo goal non è attento all’azione degli avversari.

Ci mette grinta e cuore nel primo tempo ed è lui a dare più segnali positivi nel Livorno. Corre tantissimo e si occupa di tutte e due le fasi. Prezioso.

E’ l’uomo che deve dare qualità in mezzo al campo. Stasera non è ha data abbastanza, ma c’è tempo per recuperare.

L’emozione di affrontare la sua ex squadra l’ha gestita bene, commettendo pochi errori e giocando una partita di sacrificio.

Non gioca una grande partita, sbagliando parecchi passaggi, ma la sua stazza in mezzo al campo si fa sentire.

DAL 81° PICCINNI: S.V.

Non comincia alla grande questo match sbagliando diversi controlli. Sfortunatissimo esce dopo soltanto mezz’ora per un fastidio muscolare. Serata no.

DAL 32’ MBAYE 6: Discreta prova del terzino, scuola Inter, che in non tradisce in tutte e due le fasi.

Fa quello che si può, ma è più utile con i suoi centimetri in difesa che in attacco.

DAL 58’ DIONISI 5,5: Unico suo squillo un tiro che ha terminato la sua corsa in curva.

Regge il peso dell’attacco conquistando parecchie punizioni importanti. Non ha nessun occasione per far male.

All. NICOLA 5,5: Stecca alla prima in Serie A da allenatore. Ma ci sono parecchi buoni spunti su cui continuare per la strada alla salvezza.