BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Calciomercato Milan/ Astori in panchina: c'è lo zampino del Diavolo?

Pubblicazione:

Astori tallona Kucka (Infophoto)  Astori tallona Kucka (Infophoto)

CALCIOMERCATO MILAN - Il Milan è partito con il piede sbagliato. Sconfitta all'esordio in campionato, mercato ancora in stallo e l'accesso ai gironi di Champions League: tanti dubbi e poche certezza al momento per Max Allegri, chiamato a dare forma ad un gruppo che almeno per il momento identità non ha. Quella vecchia volpe di Luca Toni ha messo in evidenza tutti i limiti della retroguardia con due gol simili, l'assetto su palla alta è davvero da rivedere. Servono i soldi della Champions League, una necessità per comprare, solo in caso di qualificazione sarà possibile puntellare il gruppo. La trattativa tra il Napoli e Davide Astori è stata stoppata da Benitez per questioni tattiche, Allegri invece stravede per il giocatore, lo conosce benissimo e lo stima da tempo. I cm di statura non gli mancano, ecco quello che serve alla difesa del Milan per non ripetere gli stessi errori, a Cagliari è leader della difesa e dunque sa come guidare il reparto. Buono il rapporto tra Galliani e Cellino, c'è margine per discutere; da par suo Astori sarebbe ben felice di tornare a lavorare agli ordini di Max, potendolo fare in una società nella quale è cresciuto (cinque anni di giovanili con i rossoneri). Ieri il difensore non ha giocato contro l'Atalanta, scelta del tecnico a sentire il ds cagliaritano Nicola Salerno: “Non riguarda assolutamente il mercato, è solo una scelta del tecnico. Una scelta tattica, potrebbe essere stato turbato anche dalle voci di mercato”. Ha parlato anche il diretto interessato, mister Diego Lopez: "E' una cosa atipica vederlo fuori. Ho visto un ragazzo che in settimana si è allenato alla pari degli altri ma ho visto meglio Ariaudo. E' stata dunque solo una scelta tecnica - afferma - non c'entra il calciomercato. Sono felice di avere la possibilità di tenere fuori un giocatore come Astori ed inserire un altro elemento come Ariaudo. Forse non era al 100% sul piano mentale"Il mistero si infittisce, il Diavolo rilancia ma il Cagliari di sconti non ne fa. Otto milioni messi sul tavolo da Galliani, quasi il doppio ne chiedono gli isolani, 14. I soldi che dividono le parti potrebbero presto arrivare dalla Champions. (Paolo Bardelli)



© Riproduzione Riservata.