BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Paolo Di Canio/ Lite con i tifosi del Southampton: "Erano ubriachi"

Alla vigilia della partita Southampton-Sunderland, poi finita 1-1, Paolo Di Canio e il suo staff hanno avuto un battibecco con dei giovani tifosi del Southampton

Paolo Di Canio (Infophoto)Paolo Di Canio (Infophoto)

, l'allenatore del Sunderland, si è reso nuovamente protagonista nel Regno Unito, ma a quanto pare non per colpa sua. Una personalità eccentrica quella del tecnico romano, che più di una volta ha fatto parlare di sé. Ricordiamo le polemiche di alcuni tifosi all'indomani del suo arrivo al Sunderland a causa delle sue presunte simpatie fasciste, o le sue esultanze alla prima vittoria con la nuova squadra in veste di allenatore. Pochi giorni fa, precisamente alla vigilia della partita Southampton-Sunderland finita 1-1, nell'hotel che ospitava i black cats vi è stato un incontro ravvicinato tra alcuni presunti tifosi della squadra di casa e lo staff di Di Canio, allenatore compreso. La notizia è stata riportata dal quotidiano inglese The Sun per la firma di Tom Morgan. Un ragazzo ha detto di essere stato colpito dei collaboratori del tecnico italiano durante una violenta lite in hotel. Josh Harries, 20 anni, ha dichiarato che Di Canio sarebbe diventato furioso dopo che il giovane aveva chiesto all'allenatore di fare una foto insieme, dopodiché tre uomini dello staff l'hanno trascinato via e colpito ripetutamente. Questa la versione del ragazzo. Il tecnico del Sunderland ha voluto subito smentire le parole del giovane con delle dichiarazioni riportate dallo stesso Sunday: “ci tengo a chiarire perché non voglio speculazioni e titoli a caratteri cubitali sui giornali. Io e il mio staff ci stavamo avviando verso l'ascensore per poi raggiungere le nostre stanze. Era mezzanotte e ovviamente i giocatori erano già a dormire. A un certo punto sentiamo delle urla e poi realizziamo che sono dei tifosi del Southampton da quello che stavano dicendo. Sinceramente non penso che ci volessero attaccare fisicamente: erano giovani ubriachi che stavano uscendo da una festa di matrimonio che si era tenuta nell'albergo. Una volta dentro l'ascensore comincio a urlare ai miei di schiacciare in fretta il bottone del terzo piano mentre i tifosi cercano di fermarci. Abbiamo provato a spingerli via ma loro non ne volevano sapere. A quel punto ho intimato loro di chiamare la polizia”. Il battibecco si è concluso con un tifoso che gridava: “vinceremo noi domani, Rickie Lambert metterà a segno un gol!”, con Fabrizio Piccareta che replicava: “No, vinceremo noi domani”. Dopo la lite la polizia ha dichiarato comunque che Harris ha riportato un taglio sul labbro, probabilmente rimediato durante la zuffa, e che l'incedente si è risolto senza nessun arresto.

© Riproduzione Riservata.