BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Premier League/ 2^ giornata: risultati, marcatori, classifica e calendario

La seconda giornata di Premier League si è conclusa con la clamorosa sconfitta del Manchester City ad opera del Cardiff. Questa sera si giocherà Manchester Utd-Chelsea alle 21.00

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

PREMIER LEAGUE 2013-2014, 3^ GIORNATA: RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICA – In attesa del posticipo di questa sera tra Manchester City e Chelsea, in programma alle 21.00, la Premier League è arrivata alla seconda giornata. Anche questa volta ci sono stati dei colpi di scena che hanno lasciato a bocca aperta scommettitori e amanti del calcio internazionale. Non troppi i gol di questa seconda uscita stagionale, 17, ma a ricompensare la scarsa mole di reti, come detto poc'anzi, sono state le sorprese. Dopo lo scivolone dell'Arsenal all'esordio, i gunners portano a casa tre punti vincendo in casa del Fulham per 1-3. Le marcature si aprono con Giroud e Podolski nel primo tempo. Nella ripresa il tedesco dimostra di essere in gran forma realizzando la doppietta che sigilla il primo successo in campionato; a nulla serve la rete di Darren Bent al 77'. Comincia a depositare qualche mattone salvezza lo Stoke City che ha la meglio sul Crystal Palace (2-1): partono bene gli ospiti portandosi in vantaggio con Marouane Chamakh nel primo tempo ma, una volta usciti dagli spogliatoi per la ripresa della seconda frazione di gioco, i padroni di casa danno una svolta alla gara rimontando con i gol di Charlie Adam e Shawcross. Il rigore realizzato da Brady regala all'Hull City la vittoria sul Norwich (1-0) e nonostante l'espulsione di Sagbo intorno al 30' i tigers riescono a gestire il fragile vantaggio fino al 90' più recupero. La partita Everton-West Bromwich (0-0) regala poche emozioni, nessuna squadra va a segno e forse un punto a testa accontenta entrambe le squadre che non si sono rese certo protagoniste di grande spettacolo. La stessa sorte ha accompagnato Newcastle-West Ham, anch'essa terminata a reti inviolate. I bianconeri navigano con la zavorra ai piedi anche di fronte al pubblico di casa e riescono a muoversi dal fondo della classifica solo grazie al punticino di ieri. Cerca il guizzo il Sunderland di Di Canio grazie al gol di Giaccherini al 3' ma l'illusione del successo si infrange all'88 quando Fonte pareggia i conti portando il Southampton sull'1-1 davanti al proprio pubblico. Aston Villa-Liverpool finisce 0-1 ancora una volta grazie all'ex Chelsea Sturridge. Anche in questa occasione basta solo un gol ai ragazzi di Rodgers per portarsi a quota 6 punti, ma a dir la verità la rete dell'attaccante del Liverpool vale il prezzo del biglietto e la posizione corrente in classifica. La sorpresa cui si accennava di sopra è stata rappresentata dalla partita Cardiff-Manchester City finita 3-2 per i padroni di casa. I gallesi conquistano così i primi tre in Premier dopo 51 anni di assenza dalla massima competizione inglese. Il vantaggio degli ospiti firmato da Edin Dzeko svanisce col pareggio di Gunnarsson e poi con il colpo di grazia di Campbell autore di una doppietta. Quando Negredo accorcia le distanze è troppo tardi e mancano pochi minuti al successo dei padroni di casa. A decidere il match tra Tottenham e Swansea (1-0) è un rigore dello spagnolo Soldado al 13' della ripresa. Per i ragazzi di Villas Boas un altro successo che vale i 6 punti in campionato. L'ultima partita in programma sarà Manchester United-Chelsea che si disputerà, questa sera di lunedì 26 agosto, alle ore 21.00 all'Old Trafford.