BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Catania-Inter (0-3): i voti e il tabellino della partita (Serie A, seconda giornata)

Rodrigo Palacio nella partita dell'anno scorso (Infophoto)Rodrigo Palacio nella partita dell'anno scorso (Infophoto)

Andujar: 6 Sui gol non ha grandissime colpe, l’Inter poteva anche dilagare ma l’argentino qualche ottima parata la fa sempre.

Pablo Alvarez: 5,5 E’ un lottatore, non gli piace essere saltato, lo si è visto. Tuttavia la difesa non è stata quasi mai determinante a sventare gli attacchi avversari.( dal 62’ Rolin : 6 Entra bene in gara, da il suo appoggio ad una partita con i ritmi lentamente in calando )

Legrottaglie: 5 Assonnato e confuso.

Spolli: 5,5 Anche lui è complice del pessimo reparto difensivo.

Monzòn: 6 Tanto movimento sulla fascia e qualche tiro un po’ avventato.

Izco: 6 Gioca solo una frazione di gioco, poi esce per infortunio. Con lui il Catania è stato molto più aggressivo e ha attaccato più pericolosamente l’area avversaria. (dal 42’ Maxi Lopez: 4,5 Non entra praticamente mai in gara. Ha perso una miriade di palloni)

Tachtsidis: 6,5 Uno dei migliori del suo team. Sfodera in più occasioni il suo sinistro mancino da fuori, e poi crea , corre e scardina la difesa interista.

Almiron: 5,5 Partita altalenante per il centrocampista. Non era facile giocare contro il centrocampo interista e marcare Cambiasso, lui ce l’ha messa tutta.

Castro: 6,5 Tante idee e rapidità d’azione nel primo tempo poi , come la sua squadra,  cala vorticosamente.

Bergessio: 5,5 Si dà da fare, ma è isolato e finisce per non prenderla quasi mai.

Leto: 5 Chiamato a sostituire Barrientos, ceduto in Qatar, l’argentino non gioca una bella partita. Nel primo tempo è stato servito più volte dai suoi compagni in area, ma il suo mancino è stato debole e impreciso, e a volte troppo avventato e spregiudicato. (dal 67’ Doukara: 5,5 Sul finire di gara è sicuramente uno dei più attivi. Dal suo lato destro arrivano cross pungenti e pericolosi)

Il Catania di quest’anno ha perso qualcosa del gioco che lo aveva contraddistinto l’anno scorso. L’allenatore dovrà migliorare sicuramente sul reparto difensivo, (già 5 gol subiti dopo le prime due partite) e cercare di migliorare anche il gioco offensivo, parso sconclusionato e poco efficace.