BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Us Open 2013/ Video, scambio record tra Djokovic e Nadal: 54 colpi!

Il video dello scambio pazzesco tra Djokovic e Nadal: nel terzo set della finale degli Us Open 2013 i due danno vita a 54 colpi consecutivi. La spunta il serbo: ovazione del pubblico

L'Arthur Ashe gremito per la finale (Infophoto)L'Arthur Ashe gremito per la finale (Infophoto)

Gli Us Open 2013 sono finiti con la vittoria di Rafa Nadal, che centra il secondo titolo a Flushing Meadows e il 13esimo Slam in carriera, lo stesso numero che a 27 anni aveva conquistato anche Roger Federer. La finale contro Novak Djokovic è stata intensa e appassionante, come ci si aspettava da due fenomeni che si sono incontrati per la 37esima volta nel circuito pro. Grandi colpi, soprattutto lunghi, da fondocampo: sono anche due grandi difensori, perciò ognuno dei due per fare il punto ha dovuto sparare quattro o cinque vincenti in più di quanto avrebbe fatto normalmente. La sublimazione della partita è arrivata nel secondo set: Djokovic in vantaggio 3-2 e con la palla break per allungare, i due danno vita a uno scambio pazzesco. Sono 54 i colpi tirati da Nole e Rafa, per circa 65 secondi di pallate: lungolinea, diagonali, drop shot e ricerca degli angoli, tutto inutile per entrambi perchè la palla è sempre in volo. Alla fine la spunta il serbo: Nadal prova un'accelerazione con il rovescio incrociato, ma Nole risponde profondo e lo spagnolo si ritrova la palla tra i piedi, non riuscendo ad alzarla e facendola terminare in rete. Djokovic esulta mentre il pubblico dell'Arthur Ashe impazzisce con una standing ovation infinita; spesso e volentieri scambi simili sono una mazzata psicologica per chi li perde e una risorsa in più per chi li vince. Infatti, di lì a poco il numero 1 al mondo si aggiudica il secondo set () e si porta immediatamente avanti di un break nel terzo; ma la grande forza di Nadal sta nello spingere l'avversario oltre il limite e nel costringerlo a sbagliare, così che la situazione si raddrizza, Rafa vince un set che aveva già perso e dopo altri 40 minuti di gioco può sdraiarsi a terra nella sua ormai celebre esultanza. Un grande spettacolo: adesso, tutti si aspettano che venga replicato al Master di Londra, ultimo appuntamento di rilievo della stagione.