BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Classifica Serie A/ La situazione dopo i risultati degli anticipi di Sabato 14 Settembre 2013

Serie A, la classifica e i risultati dopo gli anticipi della terza giornata di campionato 2013/14. Il Napoli si gode la vetta solitaria, Inter e Juventus non si fanno male, il Milan annaspa

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Una classifica di Serie A che, dopo i tre anticipi di lusso di oggi, accende se possibile ancora di più la passione per il Campionato. Il big match tra Inter e Juventus chiude in parità, e se il punteggio di 1-1, anche per come si è sviluppata la partita, appaga entrambi gli allenatori e i rispettivi tifosi (a fronte di una fuga forse effimera si sarebbe potuto aprire un contraccolpo pesante per chi avesse perso), vero è che apre ancora di più il campionato. La frenata delle prime della classe, in attesa che domani giochi la Fiorentina, certamente galvanizza il Napoli che riesce a vincere contro l'Atalanta dosando (almeno in parte), le energie in vista dell'impegno di Champions League attuando un parziale turnover. E' vero che questo turnover non ha dato del tutto i risultati sperati, ma in un certo senso il Napoli è ancora un cantiere aperto, anche se lo stato di avanzamento dei lavori è decisamente soddisfacente. Rinunciare ad Hamsik e a Callejon (due tra gli uomini più in forma tra gli azzurri) si è rivelato penalizzante in zona gol, ma la squadra ha costruito, non ha subito, ed è stata reattiva non appena i due elementi più vitali sono stati reinseriti nell'ultima mezz'ora. Ci vuole tempo, ma la salute c'è. E il Napoli si può godere la vetta solitaria. Tra Torino e Milan, invece, è un derby dei musi lunghi. I granata avevano fatto la bocca ai tre punti (meritati) e non hanno digerito il ritorno del Diavolo che con un rigore a tempo scaduto riesce a rabberciare lo strappo con la vetta. Non che al Milan si faccia festa. Kakà ha debuttato nuovamente, ma l'entusiasmo senza la vittoria si è spento presto. D'altra parte il Milan non è riuscito a mettere sotto il Torino. Vero che la squadra di Ventura non è boccone facile da digerire, ma se i rossoneri vogliono seriamente tentare di vincere qualcosa quest'anno dovranno fare molto di più. Il punticino guadagnato è una foglia di fico che durerà al massimo fino a domani, quando diverse squadre avranno l'occasione di sfrecciare davanti ai rossoneri.

Incredibile pareggio del Milan! Gol di Balotelli su rigore concesso per atterramento di Pasquale su Poli. Ventura è una furia, grande nervosismo a fine gara.

Terzo gol in tre partite! Jose Maria Callejon! Che acquisto per il Napoli, chiude la partita anche grazie a un ottimo impatto di Hamsik sulla gara.

Un gol stranissimo, di carambola, riporta il Milan sotto: siamo alle battute finali, ma il Diavolo ha davvero sette.

Sembrava una delle peggiori partite fin qui giocate con la maglia azzurra, e invece eccolo qua: il gol di Gonzalo Higuain. Lasciato libero in area il tiro a incrociare del Pipita fulmina Consigli e lancia il Napoli in testa al Campionato.

Grandissimo gol di Cerci in contropiede che porta il Torino sul 2-0 sul Milan. Azione pregevolissima tutta in velocità e Cerci sfoggia un tocco morbido e preciso che taglia l'area e muore alla sinistra di Abbiati.

Ci si aspettava un gol dopo il primo tempo sterile delle due partite della sera, ma è arrivato proprio da chi non ci si sarebbe aspettato. Un gol da "animale" d'area di rigore, quello di D'Ambrosio che ha agio di controllare sul vertice destro dell'area piccola e dopo una finta scaraventa in rete il pallone sul palo di Abbiati.

Al 29' del secondo tempo Inter 1 Juventu 1. La Juventus pareggia immediatamente con il cileno Arturo Vidal, a segno per la terza volta in questo campionato. Bravo Asmoah nel cross, Vidal arpiona la palla a centro area e trova un perfetto sinistro rasoterra, che non lascia spazio ad Handanovic.

Al 27' del secondo tempo Inter 1 Juventus 0. Nerazzurri in vantaggio con il primo gol in campionato di Mauro Icardi, che per la quarta volta in carriera punisce la Juventus! Bell'assist di Ricky Alvarez che ruba palla a Chiellini e smarca l'attaccante.

Anticipi di lusso per la terza giornata del campionato di serie A 2013-2014. Le partite previste per oggi (14 settembre 2013) sono: Inter-Juventus (clicca qui per la diretta della partita dalle 18), Napoli-Atalanta (clicca qui per la diretta della partita dalle 20:45) e Torino-Milan (clicca qui per la diretta della partita dalle 20:45). Si comincia alle ore 18 a San Siro: l'Inter riceve la Juventus. Entrambe hanno 6 punti in classifica e puntano a dare la prima mazzata agli eterni rivali. Arbitro di Inter-Juventus è il signor Orsato. Alle 20.45 in campo altre due candidate alla vittoria finale: il Napoli riceve l'Atalanta mentre il Milan gioca in casa del Torino. Il Napoli allenato da Rafael Benitez è la novità più grossa del nuovo campionato: la squadra ha cambiato pelle mutando protagonisti e stile di gioco. L'Atalanta al contrario ha mantenuto lo stesso allenatore, Stefano Colantuono, e la medesima struttura di base: resta un ostacolo insidioso per tutti anche se il Napoli ha mostrato un potenziale offensivo invidiabile, nelle prime due giornate. L'arbitro di Napoli-Atalanta è il signor Rocchi. Il Napoli parte con 6 punti in classifica, i bergamaschi con 3 avendo perso la prima giornata con il Cagliari ma vinto la seconda, in casa contro il Torino.  E proprio a Torino si gioca il terzo ed ultimo anticipo del turno numero 3. In casa granata arriva il Milan, che ha perso contro il Verona e vinto in casa col Cagliari. Anche il Toro si trova a 3 punti in classifica: alla vittoria contro il Sassuolo è seguita la sconfitta contro l'Atalanta. Arbitro di Torino-Milan è il signor Massa. Queste partite di anticipi della Serie A promettono gol e spettacolo, dato che diversi tra i protagonisti della classifica marcatori calcheranno il campo. Il Napoli schiera Marek Hamsik e Jose Maria Callejon, che in due hanno totalizzato sei reti in due partite, l'Atalanta risponde con Stendardo, anche lui in doppia cifra in classifica cannonieri. La Juventus si affida a Carlos Tevez e a Vidal (due gol in altrettante gare per ciascuno). Nell'Inter, invece, la strana coppia è formata da Yuto Nagatomo e Rodrigo Palacio: quattro gol in due gare è il bottino che hanno racimolato insieme. Torino e Milan, invece non hanno ancora cannonieri di punta, ma i rossoneri sono andati in gol con quatttro uomini diversi, mentre il Toro solo con due (Brighi e Cerci).