BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Lazio-Chievo (3-0): i voti e il tabellino della partita (Serie A, terza giornata)

Pubblicazione:domenica 15 settembre 2013 - Ultimo aggiornamento:lunedì 16 settembre 2013, 11.49

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

PAGELLE LAZIO-CHIEVO (3-0): I VOTI E IL TABELLINO DELLA PARTITA (SERIE A, TERZA GIORNATA) - Alla Lazio di Petkovic basta una frazione di gioco per superare il Chievo. All’Olimpico finisce 3-0 grazie alle reti di Candreva, Cavanda e Lulic tutte siglate nel primo tempo. Passivo troppo pesante per gli ospiti che hanno concesso troppo soprattutto nelle ripartenze, rimanendo fuori dai giochi in poco tempo. Per i biancocelesti invece seconda vittoria in campionato. Dopo tre turni i capitolini occupano la quinta posizione con 6 punti, mentre il Chievo resta impantanato nelle zone basse con un solo punto. La prossima settimana sarà una delle più importanti della stagione in casa Lazio. Infatti, domenica prossima alle 15, i biancocelesti affronteranno la Roma nel derby della capitale. Il Chievo, invece, sarà in scena al Bentegodi contro l’Udinese. LAZIO - CHIEVO: IL VOTO DEL MATCH  6,5 Dopo un’iniziale fase di stallo l’asse Ederson - Candreva sforna il gol che sblocca il match. La reazione degli ospiti è ben contenuta da Cana e compagni. Cavanda tentenna un po’ rischiando grosso più volte. Petkovic inverte i terzini: Konko a sinistra e Cavanda a destra e il difensore belga lo ringrazia qualche minuto dopo con una rete. Il Chievo accusa il colpo e dopo pochi minuti incassa il tris di Lulic. Nel secondo tempo il Chievo passa a un 4-3-3 con Pellissier, Thereau e Paloschi. La squadra di Sannino crea qualcosa, ma Marchetti è attento. La Lazio gestisce bene il vantaggio e ritorna al successo. VOTO LAZIO: 7 Squadra ben messa in campo. Le direttive di Petkovic portano i suoi frutti fin dall’inizio. Per i biancocelesti molta determinazione e cattiveria. Pratica sbrigata prima del previsto. VOTO CHIEVO: 4,5 L’undici di Sannino non punge e aspetta troppo la Lazio. Molti errori individuali causano un passivo impossibile da recuperare. Molti movimenti in fase difensiva da rivedere per Sannino. VOTO SIGN. CALVARESE (ARBITRO): 6 Usa spesso i cartellini cercando di non perdere di mano il match. Buona conduzione. 

Il tabellino LAZIO-CHIEVO 3-0 (primo tempo 3-0)

Marcatori: 8' Candreva, 39' Cavanda, 42' Lulic

LAZIO (4-4-1-1): Marchetti; Konko, Biava (dal 15' p.t. Ciani), Cana, Cavanda (dal 44' s.t. Keita); Candreva, Onazi, Ledesma, Lulic; Ederson (dal 33' s.t. Gonzalez); Klose. (Berisha, Strakosha, Novaretti, Vinicius, Dias, Crecco, Floccari, Tounkara). All. Petkovic.

CHIEVO (4-4-2): Puggioni; Sardo, Papp, Cesar, Dramè; P. Hetemaj, Radovanovic (dal 14' s.t. Pellissier), L. Rigoni, Sestu (dal 1' s.t. Estigarribia); Thereau (dal 25' s.t. Acosty), Paloschi. (Silvestri, Squizzi, Bernardini, Claiton, Lazarevic, Calello, Pamic, Frey, Ardemagni). All. Sannino.

Arbitro: Calvarese

Ammoniti: Sestu (C), Ciani (L), Lulic (L), Papp (C), Acosty (C), L. Rigoni (C), Sardo (C), P. Hetemaj (C)

DIRETTA LAZIO-CHIEVO: CRONACA PRIMO TEMPO - Lazio – Chievo chiude i suoi primi 45 minuti sul parziale di 3-0. I gol di Candreva, Cavanda e Lulic hanno (quasi) chiuso il match dopo un solo tempo di gioco. Clima teso in casa Lazio: nel pre-gara la curva nord ha organizzato una marcia di protesta per manifestare la propria delusione dopo il calciomercato estivo. Per la gara odierna Petkovic è costretto a rinunciare a Radu, Biglia e Hernanes. Lesione collaterale del ginocchio sinistro per il rumeno, mentre l’ex Anderlecht ha subito un edema alla gamba destra nella gara con la nazionale argentina. Hernanes infine squalificato dopo il cartellino rosso rimediato nell’ultimo turno allo Juventus Stadium. Il tecnico laziale propone un 4-4-1-1 con la cintura difensiva composta daKonko, Biava, Cana e Cavanda. In zona nevralgica chance per Onazi; al suo fianco Ledesma, Candreva e Lulic. Tra le linee Ederson a supporto di Klose, unica punta. Per Sannino invece un solo indisponibile (Dainelli). I gialloblù si dispongono in campo con il consueto 4-4-2. In attacco il match winner dello scorso anno, Alberto Paloschi si schiera in coppia con Thereau, fresco di rinnovo fino al 2016. Sulle fasce il tecnico di Ottaviano sceglie Hetemaj e Sestu. Arbitra il sign. Calvarese di Teramo.Dopo un’iniziale fase di studio tra i due avversari la Lazio rompe i convenevoli e rompe l’equilibrio del match. Ederson effettua un ottimo recupero a centrocampo, approfittando dell’incertezza di Radovanovic, e da terra verticalizza per Camdreva. L’esterno piomba in area e cerca il gol. Il suo tiro viene deviato da Cesar che mette fuori causa Puggioni. Vantaggio laziale dopo appena 8 minuti di gioco. La reazione del Chievo tarda ad arrivare. Ciani rileva Biava infortunato. Dramè qualche minuto dopo ci prova dalla distanza, ma il neo-entrato si contrappone con il corpo. Candreva sulla fascia sinistra fatica a contenere Hetemaj e Thereau, commettendo diverse ingenuità. La più clamorosa rischia di costare caro: il terzino belga entra in scena durante un insistito giro palla dei biancocelesti, ma regala palla a Paloschi causando un 2 contro 3. L’attaccante scuola Milan punta l’area avversaria e dal limite fa partire un destro che scalda i guanti di Marchetti. Petkovic corre ai ripari invertendo Konko e Cavanda sulle fasce. Mossa, a dir poco, azzeccata. Un paio di minuti dopo Cavanda brucia Dramè sulla fascia destro e propone un suggerimento troppo lungo per Ederson. Lulic ci crede e propone un contro-cross. Puggioni esce a vuoto, lasciando incustodita la porta. Ne approfitta Cavanda che da pochi passi insacca in scivolata. Il Chievo accusa il colpo e la Lazio colpisce ancora. Contropiede rapido architettato da Onazi e finalizzato da Lulic. L’esterno laziale si accentra dalla fascia e raccoglie l’assist del nigeriano battendo Puggioni in uscita. La Lazio ha un margine di vantaggio importante, vedremo cosa si inventerà Sannino nella ripresa nel tentativo disperato di recuperare il gap. Lazio-Chievo sta per ricominciare… MIGLIORE IN CAMPO LAZIO: CANDREVA 7 PEGGIORE IN CAMPO LAZIO: KLOSE 5,5 MIGLIORE IN CAMPO CHIEVO: PALOSCHI 6,5 PEGGIORE IN CAMPO CHIEVO: RADOVANOVIC 5

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI LAZIO-CHIEVO LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A)

DIRETTA LAZIO-CHIEVO 3-0: GOL DI CANDREVA - Senad Lulic! Adesso è davvero finita, a meno di clamorose rimonte clivensi. L'esterno bosniaco fa tris appena 4 minuti dopo che Candreva aveva raddoppiato. Lazio-Chievo 3-0.

DIRETTA LAZIO-CHIEVO 2-0: GOL DI CAVANDA - Cavanda! L'esterno belga della Lazio raddoppia al 38' minuto e pare mettere in ghiaccio la partita. Lazio-Chievo 2-0.

DIRETTA LAZIO-CHIEVO 1-0: GOL DI CANDREVA - Lazio in vantaggio! Antonio Candreva porta in vantaggio i biancocelesti all'8' minuto. Lazio-Chievo 1-0.

DIRETTA LAZIO-CHIEVO: LE FORMAZIONI UFFICIALI - Sono state comunicate le formazioni ufficiali di Lazio-Chievo: ecco di seguito come giocheranno le due squadre impegnate allo stadio Olimpico di Roma. FORMAZIONI UFFICIALI LAZIO-CHIEVO LAZIO (4-4-1-1): Marchetti; Konko, Biava, Cana, Cavanda; Candreva, Onazi, Ledesma, Lulic; Ederson; Klose. Allenatore: Petkovic. A disposizione: Berisha, Strakosha, Dias, Ciani, Novaretti, Gonzalez, Crecco, Floccari, Keita, Tounkara. CHIEVO (4-4-2): Puggioni; Sardo, Papp, Cesar, Dramé; Sestu, Radovanovic, L. Rigoni, Hetemaj; Thereau, Paloschi. Allenatore: Sannino. A disposizione: Silvestri, Squizzi, Frey, Claiton, Parnic, Lazarevic, Bentivoglio, Improta, Estigarribia, Acosty, Pellissier, Ardemagni

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI LAZIO-CHIEVO LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A)

DIRETTA LAZIO-CHIEVO: LA CHIAVE TATTICA - Sembra che Lazio-Chievo vada incontro a una lettura piuttosto facile: i biancocelesti faranno la partita, i clivensi si difenderanno cercando poi di colpire in velocità. Beppe Sannino è conosciuto come un allenatore che rende solide le proprie squadre e permette loro di non far giocare al meglio gli avversari. Dunque ci aspettiamo tanta densità in mezzo al campo e un arroccamento davanti alla difesa ma in modo ordinato, senza barricate o quant'altro ma con il proposito di pressare la Lazio per non farla ragionare. Dal canto suo, la squadra di Petkovic deve essere rapida nel far girare il pallone e limitare quelle amnesie difensive messe in mostra contro la Juventus. Il fatto che il Chievo abbia vinto 4 volte in casa dei biancocelesti significa pur qualcosa: dovrà essere Petkovic a non ripetere gli errori dei suoi predecessori (ma anche lui perse lo scorso anno all'Olimpico).

DIRETTA LAZIO-CHIEVO: I PRONOSTICI - Le quote Snai per Lazio-Chievo (www.snai.it) ci dicono che i biancocelesti sono nettamente favoriti; probabilmente non si tiene conto del fatto che in 11 precedenti all'Olimpico il Chievo sia passato in 4 occasioni e che invece la squadra di casa abbia vinto un solo episodio. Guardando ai valori odierni, la squadra di Petkovic non dovrebbe temere: la sua vittoria è quotata 1,65 con il pareggio che paga a 3,60 e la vittoria del Chievo, pur non avendo una cifra astronomica, è a 5,25. Si scommette sui pochi gol: la quota Under è di 1,70, quella Over di 2,05. Differenza naturalmente minima, ma c'è e allora è possibile che finisca con punteggio limitato, come si evince dalle quote che danno più probabile un finale con totale di due gol. Incrociando i dati, il risultato che potrebbe uscire (6,50) è l'1-0 per la Lazio o al massimo il pareggio per 1-1; se credete nella cabala e vi fidate dei precedenti, succoso 13 per lo 0-1 a favore del Chievo, più del doppio (28 volte la posta) lo 0-2. Dopo tutto è già successo: perchè non riprovarci?

DIRETTA LAZIO-CHIEVO: LA PARTITA (SERIE A) - Si gioca alle 15 di oggi Lazio-Chievo, partita valida per la terza giornata del campionato di serie A. E' una gara importante per entrambe le squadre: se la Lazio infatti deve rialzare la testa dopo aver subito quattro gol dai campioni d'Italia (per la seconda volta nel giro di due settimane), il Chievo ha l'obbligo di fare punti, quantomeno prendere un pareggio che forse sulla tabella di marcia non era previsto. L'inizio a rilento infatti è già rischioso, Beppe Sannino sicuramente ha bisogno di tempo per trovare la quadra del cerchio ma sa bene che bisogna cominciare a produrre se non si vuole rimanere già staccati sul fondo della classifica. A far ben sperare sono i precedenti: clamorosamente, i clivensi hanno vinto all'Olimpico ben 4 degli 11 precedenti giocati, pareggiandone 6 e perdendo solo una volta. Di Sinisa Mihajlovic la rete che consentì alla Lazio, nell'ottobre del 2003, di "espugnare" il suo campo, potremmo proprio dire così. E' una partita che sfugge a tutte le regole canoniche, se pensiamo ad esempio che al Bentegodi sono stati i biaancocelesti ad ottenere più volte la vittoria. Per quanto riguarda l'arbitro, che sarà Calvarese, ci sono due incroci con la Lazio, tutti della scorsa stagione: bilancio una vittoria (3-0 contro l'Udinese) e un pareggio, 0-0 al Tardini di Parma. Con il Chievo, sempre la scorsa stagione, identico ruolino: il 2-0 contro il Bologna e il pareggio, sempre contro il Parma, risalenti entrambi alla stagione 2012/2013. Tanti i giocatori che hanno vestito entrambe le maglie: ricordiamo tra gli altri Bernardo Corradi, affermatosi nella prima storica stagione dei veneti in serie A e passato poi alla Lazio, ma anche Luca Marchegiani che in biancoceleste ha vinto lo scudetto del 2000 (oltre ad altri trofei) ed è poi andato a chiudere la carriera con la maglia del Chievo. 

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI LAZIO-CHIEVO LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A)

La Lazio non ha certo iniziato con il piede giusto la stagione. Vero che ha battuto l'Udinese nella prima giornata di campionato, ma in precedenza il 2013-2014 si era aperto con la batosta subita dalla Juventus in Supercoppa Italia. Batosta poi confermata anche in Serie A, dove i biancocelesti di Vladimir Petkovic hanno subito altre 4 reti. Da cui deriva che forse manca qualcosa: la campagna acquisti ha visto arrivare giocatori interessanti, ma a ben guardare la formazione biancoceleste è ancora carente sotto porta, dove il solo Miroslav Klose non basta a fronteggiare difese arcigne. Soprattutto, le partite contro la Juventus hanno dimostrato che la Lazio va in sofferenza quando viene bloccata a centrocampo, perchè non arrivano rifornimenti alla punta e quindi le occasioni da gol sono estemporanee. In difesa c'è ancora da registrare qualcosa, ma soprattutto quello che sembra essere una conferma degli ultimi anni è che la rosa è attrezzata per fare un campionato di vertice ma le manchi quel qualcosa in più per insidiare davvero la zona che qualifica alla Champions League. A meno che a gennaio non arrivi qualcuno, o i vari Felipe Anderson, Elez e Brayan Perea non diano davvero quel qualcosa in più a Petkovic. Il Chievo sa bene che la sua realtà prevede una lunga corsa alla salvezza: certo questo può implicare un cammino tortuoso fatto di acqua alla gola e ultime giornate da brivido oppure una strada più tranquilla, sempre con l'ansia di doversi guardare alle spalle ma non soffrendo le pene dell'inferno. Dipende tutto dai veneti, che già in passato hanno realizzato piccoli miracoli sportivi e ora sono chiamati a ripetersi. Chissà: Beppe Sannino ha ereditato una squadra che si è modificata poco rispetto alla scorsa stagione, ma che per ora non è ancora decollata. Il pareggio di Parma è stato tutto sommato positivo come risultato, contro il Napoli sono stati segnati due gol ma è arrivata la sconfitta; sembra che parte del problema dovrà essere risolto dagli uomini del settore avanzato, dove Cyrl Thereau, rimasto nonostante i corteggiamenti, è ormai una certezza mentre Alberto Paloschi deve solo trovare continuità fisica per esplodere e raggiungere cifre realizzative da big. Ora non resta che dare la parola all'Olimpico e vedere come finirà: Lazio-Chievo sta per cominciare…

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER LA DIRETTA DI LAZIO-CHIEVO LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE A)


  PAG. SUCC. >