BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Copenaghen-Juventus (1-1): Top e flop. I voti e il tabellino della partita (Champions League, gruppo B)

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

COPENAGHEN – JUVENTUS: I VOTI DEI DANESI

WILAND 9 Si supera in almeno 5 situazioni regalando una storica impresa al suo club. Un solo aggettivo oggi. Insuperabile.

JACOBSEN 5,5 Non riesce a controllare le incursioni nella sua zona. Troppi pericoli e poca resistenza.

SIGURDSSON 7 Molti anticipi e concentrazione costante fino allo scadere. Prezioso.

MELLBERG 6,5 Cerca continuamente l'anticipo: a volte gli riesce altre no, ma il salvataggio su Tevez nel secondo tempo vale molto.

BENGTSSON 6 Sempre pericoloso con i suoi traversoni. Si fa schiacciare troppo però da Lichtsteriner rimanendo in balia dell'avversario.

DELANEY 6,5 Faro del centrocampo danese. Corre in ogni dove risolvendo e trovando i giusti parametri per contenere il centrocampo avversario.

BRAATEN 5,5 Primo tempo positivo e impreziosito da numerose chiusure. Nella ripresa però non riesce a reggere i ritmi forsennati e si eclissa.

CLAUDEMIR 6 Luci e ombre. Alla fine nell'economia del match porta corsa e grinta da vendere. (dal 41' s.t. MARGREITTER s.v.)

BOLANOS 6 Chiude spesso sulla fascia e raddoppia fin quando le gambe reggono. (dal 34' s.t. TOUTOUH s.v.)

JORGENSEN 7 La sua caparbietà gli permette di bagnare con un gol l'esordio in Champions. Sempre pericoloso nelle ripartenze.

ADI 6,5 Fa il suo lavoro molto bene. Si muove molto trovando spesso la palla là dove non te l'aspetti. Imprevedibile.

(dal 25' s.t. GISLASON 6 Riesce in qualche occasione a proteggere palla spalle alla porta, mantenendo alti e in pressione i compagni.)

All. SOLBAKKEN 7 Dispone bene a inizio gara i suoi, mantenendo un baricentro alto e sfrontato. Nella ripresa buona transizione difensiva, anche se un cero per Wiland questa sera va acceso. Anche due eh.