BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Viktoria Plzen-Manchester City, le ultime novità (Champions League, gruppo D)

Il Manchester City in Champions League (Infophoto)Il Manchester City in Champions League (Infophoto)

Due anni, due eliminazioni al primo turno: il Manchester City ha fallito nelle scorse stagioni, ma ora il girone è più abbordabile. Manuel Pellegrini è stato chiamato alla guida del club forse anche per il ruolino fatto registrare con il Malaga, portato a dieci secondi dalla semifinale di Champions League alla prima assoluta. Là dove Roberto Mancini, sarà il cileno a provarci: semifinalista con il Villarreal nel 2006, sembra avere il curriculum giusto, quello da specialista di coppa (anche se con il Real Madrid non è andato oltre gli ottavi di finale). Nel suo 4-3-3 ci sono tante novità: è arrivato Fernandinho dallo Shakhtar Donetsk, è arrivato Stevan Jovetic dalla Fiorentina, sono arrivati Alvaro Negredo e Jesus Navas dal Siviglia. Quattro giocatori presi a peso d'oro, più Martin Demichelis arrivato in extremis a sostituire Vincent Kompany, che però ha già ritrovato il campo (mentre, ironia della sorte, a essere infortunato è l'argentino). Degli acquisti citati, questa sera sono titolari in due: Fernandinho a dirigere le operazioni in mezzo al campo e Jovetic largo a sinistra nel tridente, insieme a Edin Dzeko e David Silva. La squadra non sembra avere punti deboli, a parte forse qualche amnesia difensiva (Joe Hart, titolare della Nazionale, ha iniziato sotto tono la stagione); Yaya Touré è un fantastico jolly che può fare il mediano come il trequartista, Milner un esterno versatile e Clichy un terzino cresciuto tantissimo nella sua esperienza all'Etihad Stadium. 

Le soluzioni a disposizione di Pellegrini sono tantissime: basti citare uno come Sergio Aguero, questa sera in panchina, per rendersi conto del reale valore della squadra; se ancora non fosse sufficiente, ecco Kolarov, Nasri, Jesus Navas e Nastasic, difensore fortemente voluto da Mancini che per lui ha sacrificato Savic. C'è anche Javi Garcia, straripante nel Benfica e sempre in difficoltà in Prmeier League. Ad ogni modo, rosa lunghissima: eppure, negli ultimi due anni non è servito a granchè.

Come detto è fuori Martin Demichelis, già con Pellegrini nel Malaga e rivoluto qui per rinforzare il reparto difensivo.