BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Napoli-Borussia Dortmund (2-1): Top e Flop. I voti e il tabellino della partita (Champions League, gruppo F)

Borussia Dortmund

Partita segnata da un'idiozia. La sua idiozia.

Non spinge mai, facendo rimpiangere Piszczek.

Ha l'attenuante della sua assenza come causa dello svantaggio. Ma per il resto, traballa quando Higuain e compagni puntano la porta.

Un tempo prima dell'infortunio, in cui si fa sorprendere più volte dalle frecce azzurre. Un solo grande recupero su Callejon, per il resto poco.

Soffre tanto Callejon in avvio, poi si assesta ma non affonda mai.

Manca la sua regia, nel primo tempo il Borussia sembra spezzato per larghi tratti.

Prova inconsistente

Calcia ogni punizione sistematicamente in curva, e spesso sbaglia a gestire facili transizioni offensive.

Molto timido, paga il fatto di rientrare oggi dopo le precedenti assenze.

Il peggiore dei suoi. Da lui ci si aspettava una grande gara, invece, anche quando il Borussia è in partita, non si fa mai vedere sembrando quasi timoroso. Esce a metà secondo tempo nell'indifferenza generale.

Uno dei pochi a salvarsi. In avvio è il più pericoloso, quando sfiora il gol al 25'. Nel resto della gara, è un leone a fare sportellate, vincendo ogni contrasto e facendo valere la sua immensa qualità.

Gioca un tempo, non potendo nulla in occasione dell'eurogol di Insigne, e non essendo sollecitato altre volte.

L'unico in grado di rendere un'azione pericolosa. La sua velocità è temibile, e persino in inferiorità numerica, quando i contropiede partono da lui lo svantaggio è azzerato. Peccato per il Dortmund che entri sotto di un gol e di un uomo.

La gara è ormai conclusa, lui si fa notare solo per un tiro dal limite...poca roba.

Dal punto di vista tattico, il suo Borussia viene sorpreso da questo Napoli, non riuscendo a scalfirlo e anzi venendo spesso colto in fallo. Dal punto di vista umano, è un vero pollo sia nell'imputare all'assistente il gol preso (con fuori il difensore centrale, deve essere un altro uomo a scalare e ovviare all'assenza), sia nell'usare i modi che usa nel farlo. L'espulsione è ovvia, e la batosta ben gli sta solo per la reazione avuta.

(Giovanni Gazzoli)

© Riproduzione Riservata.