BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Atletico Madrid-Zenit San Pietroburgo, le ultime novità (Champions League, gruppo G)

Le probabili formazioni di Atletico Madrid-Zenit San Pietroburgo, partita valida per la prima giornata del girone G di Champions League. Si gioca al Vicente Calderon, ore 20:45

Diego Pablo Simeone, tre trofei con l'Atletico Madrid (Infophoto) Diego Pablo Simeone, tre trofei con l'Atletico Madrid (Infophoto)

Si gioca questa sera alle 20:45, al Vicente Calderon, Atletico Madrid-Zenit San Pietroburgo, partita valida per la prima giornata della fase a gironi di Champions League. E' il gruppo G, quello che comprende anche Porto e Austria Vienna; i Colchoneros, tornati dopo 4 anni a giocare la massima competizione europea, nel frattempo hanno vinto molto con Diego Simeone in panchina e si presentano con molta più esperienza, giustamente accreditati dei favori del pronostico per quanto riguarda la qualificazione agli ottavi di finale. Lo Zenit l'ha fallita lo scorso anno, ma aveva timbrato il cartellino nel 2011: Luciano Spalletti sa bene che il passaggio del turno si gioca su tutti i campi e cercando di sfruttare tutte le occasioni, e che uscire anche solo con un pareggio dalla partita di questa sera potrebbe costituire un bell'affare, detto che comunque sono i due incroci con i campioni di Portogallo quelli che il tecnico toscano aspetta con più trepidazione. Arbitra lo scozzese Collum.

Diego Simeone è pronto a giocarsela. "Lo Zenit è una squadra importante, ha tanta forza economica ed esperienza sul campo, ha giocatori che sanno cosa fare in campo. Ai miei giocatori dirò che bisogna sfruttare ogni punto debole che riusciremo a trovare". Si scherma il Cholo: per lui le due favorite sono Zenit e Porto a causa delle poche volte in cui i Colchoneros hanno giocato in Champions League. "Ma noi staimo crescendo, e se giochiamo con lo spirito collettivo e l'umiltà possiamo vincere e dire la nostra. Vogliamo difendere questa maglia, lo abbiamo fatto in amichevole e nella Liga e lo faremo qui. E' una nuova sfida, ma uguale alle altre che abbiamo già affrontato". Il tecnico ha anche svelato qualcosa della formazione: giocherà Adrian Lopez al posto di Diego Costa, anche se questo non significa che sarà necessariamente un 4-4-2. Probabile che si vada con il 4-1-4-1 con Mario Suarez schermo davanti alla difesa e David Villa unica punta, ma volendo Gabi può fare un passo indietro e lasciare spazio al solito 4-2-3-1. Si vedrà; ci son però dei punti fermi, per esempio Arda Turan che agirà sulla corsia destra e Koke che avrà il compito di dare più peso specifico all'attacco. Dietro, i titolari dovrebbero essere Miranda e Diego Godin, con Juanfran sulla destra. "Ho rifiutato l'Arsenal per rimanere qui", ha fatto sapere il terzino. 

Soluzioni interessanti anche qui, a cominciare da Alderweireld, difensore centrale che l'Atletico Madrid ha acquistato in estate dall'Ajax. Raul Garcia, Cristian Rodriguez e Leo Bapitstao (altro acquisto estivo) possono essere chiamati in causa a partita in corso, il secondo portiere è l'esperto Aranzubia, c'è l'ex Liverpool Insua e Tiago, che ha giocato nella Juventus senza troppa fortuna ma ben conosce lo spirito della Champions League.

Suqalificato Diego Costa, di certo una brutta botta per Simeone che come detto lo sostituirà con Adrian Lopez.