BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Juventus-Verona (2-1): Top e Flop. I voti e il tabellino della partita (Serie A, quarta giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il gol decisivo di Fernando Llorente, 28 anni (INFOPHOTO)  Il gol decisivo di Fernando Llorente, 28 anni (INFOPHOTO)

JUVENTUS-VERONA: I VOTI DEGLI SCALIGERI

RAFAEL 6,5 Salva in volo una punizione di Pirlo nel secondo tempo. Inoltre si rivela attento e pronto sulle scorribande avversaria, rimanendo sempre ben posizionato.

GONZALEZ 6 Resta in piedi fino allo scadere, togliendo diverse castagne dal fuoco e evitando un passivo maggiore.

MORAS 5,5 Si frappone più volte tra palla e avversario, riuscendo a sconvolgere i piani degli avversari. Il gol di Llorente però lo trova impreparato nell’anticipo.

BIANCHETTI 5 Non riesce a reggere l’onda d’urto scatenata da Tevez. Gli concede spazio e tempo di azione. Errore fatale.

CACCIATORE 6,5 Trova il primo gol in A dopo 36 minuti di gioco. Per il resto suscita un’impressione positiva nei diversi ruoli occupati.

ROMULO 6 Non trova i giusti spazi per animare la ripartenza. Grinta e coraggio, nella lotta imbastita in mezzo al campo, non mancano.

DONATI 5,5 Non riesce a proteggere a dovere la mediana, rimanendo spesso disorientato dal giro palla dei bianconeri.

(dal 13’ s.t. JUANITO GOMEZ 5,5 Non riesce a rendersi pericoloso come vorrebbe, rimanendo spesso fuori dagli spazi di gioco.)

HALFREDSSON 5 Si fa risucchiare dalle forze centrifughe che governano a centrocampo. Poco incisivo. (dal 32’ s.t. DONADEL s.v.)

AGOSTINI 5 Perde il duello con Isla sulla fascia. Spesso dalle sue parti nascono e crescono i maggiori pericoli.

(dal 21’ s.t. ITURBE 6 Lascia una buona impressione, confermando le ottime voci che circolano sul suo conto.)

JORGINHO 6 In marcatura fissa su Pirlo non delude. Dopo il cambio di modulo imposto dal tecnico si posiziona a centrocampo, ma il fiato non regge più mostrandolo spesso fuori tempo.

CACIA 6 Lavora bene di rimessa cercando l’imbucata giusta. Propositivo e utile punto di riferimento per la squadra.

All. MANDORLINI 5,5 Si presenta a Torino con un modulo a specchio nel tentativo di bloccare le mire espansionistiche degli avversari. Il gol iniziale sembra dargli ragione, ma poi con il passare del tempo la transizione difensiva scricchiola troppo…



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.