BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Classifica Serie A/ I risultati delle partite e i marcatori (quarta giornata): Roma e Napoli al comando

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

(INFOPHOTO)  (INFOPHOTO)

SERIE A, IL SUD AL COMANDO DOPO QUATTRO TURNI (QUARTA GIORNATA) - Comanda il Sud. La quarta giornata della Serie A 2013-2014 ci ha regalato temi interessanti: l'Inter di goleada sul campo del malcapitato Sassuolo e il ritorno con doppietta - e lacrime - di Diego Milito, il primo gol in maglia bianconera di un Fernando Llorente che era già additato come oggetto misterioso, la marcia della Fiorentina che passa sopra gli infortuni. Soprattutto, Napoli e Roma: i giallorossi vincono il derby dopo cinque tentativi falliti (è la prima sconfitta di Vladimir Petkovic in una stracittadina) e restano al comando a punteggio pieno, con un gol subito in 360 minuti e un dato molto interessante, ovvero che i 10 gol realizzati sono arrivati tutti nei secondi tempi. Per sapere se durerà bisognerà aspettare, così come per il Napoli; che intanto vince nella San Siro rossonera dopo 27 anni, mettendo già un bel mattoncino sulla costruzione delle sue ambizioni. I partenopei hanno condotto la partita delle grandi squadre: un gol per tempo, colpendo all'inizio della gara a freddo e pio raddoppiando nei primi minuti della ripresa. Il rigore parato da Reina a Balotelli (il primo sbagliato da Super Mario dopo 21 tentativi realizzati consecutivamente) può essere il simbolo sicuramente della giornata, e poi di un passaggio di consegne: le nuove forze in Serie A si stanno delineando, è presto per tracciare bilanci definitivi ma di certo queste prime giornate ci hanno detto tanto.

SERIE A, LA CLASSIFICA E I RISULTATI DELLE PARTITE ASPETTANDO IL POSTICIPO  (22 SETTEMBRE 2013) - I risultati delle partite di Serie A disegnano una classifica che fa impazzire i tifosi giallorossi. Se Roma non è tornata ad essere Caput Mundi, almeno è tornata in vetta alla Serie A. Che spettacolo arrivare all'obiettivo a punteggio pieno piegando (in casa) i cugini della Lazio in un derby che finalmente ripaga i testaccini di tante amarezze. I gol-vittoria sono arrivati nella ripresa, per la quarta volta in quattro partite. I gol di Balzaretti e Ljajic (rigore), comunque, fanno molto più che tenere la squadra di Rudi Garcia a punteggio pieno. La consacrano davanti agli occhi degli Usa (davanti alla Tv tramite Rai Italia). Per la Lazio non è crisi, ma certamente la magia del primo anno di Petkovic è svanita. A quota sei punti i biancocelesti sono solo all'ottavo posto, c'è davvero tanto da lavorare. Altro risultato roboante è arrivato al lunch match di oggi, con l'Inter che fa a pezzi il Sassuolo segnando addirittura sette gol e raggiungendo (a quota 13) lo scettro dell'attacco più prolifico del campionato. Inutile dire che al Sassuolo invece va il triste primato della difesa più perforata, con 15 gol al passivo. Tra poche ore tocca a Milan e Napoli e la classifica di Serie A potrebbe mutare ancora nelle zone altissime, se i campani di Rafa Benitez vinceranno, oppure segneranno il rientro del Milan nel giro caldo delle pretendenti ad essere protagoniste del campionato. La Juventus con tanto carattere riesce a ribaltare il risultato contro il Verona mandando in gol sia Tevez che Llorente, per una vittoria che vale anche contro le polemiche di una campagna acquisti "indebolente": il primo gol dello spagnolo ex-Atletic Bilbao è dunque decisivo, alla faccia di chi ha parlato di caso. Belle le vittorie esterne di Torino e Fiorentina che dopo qualche mezzo passo falso sfoderano l'acuto che tutti si aspettavano. La Fiorentina ha dimostrato solidità a Bergamo, suggellando il vantaggio nel primo tempo con il gol di Giuseppe Rossi. Per Pepito è il quarto gol in campionato. Il Torino riesce ad espugnare Bologna mantenendo il risultato del primo tempo, e registrando la prima vittoria esterna stagionale; i rossoblù restano in fondo alla classifica. Unico zero a zero di giornata è Catania-Parma, che non scalda assolutamente il cuore dei tifosi. Nel posticipo vittoria del Napoli a San Siro, 2-1 contro un Milan generoso ma poco preciso e nemmeno troppo fortunato sotto rete. Reina ha parato un rigore a Balotelli che dunque interrompe la serie di 21 penalty consecutivi. Nelle prossime tre partite, però, le due squadre che al momento guidano la classifica avranno un calendario ostico, mentre il Napoli potrebbe fare un bel filotto con avversari che stazionano nella parte bassa della classifica. Per Milan e Juventus invece, ci sono buone possibilità di mettere fieno in cascina, almeno fino al grande scontro che le vedrà opposta le une alle altre. La Fiorentina, al momento terza, dovrà affrontare partite complicate, con Inter, Parma e Lazio. Difficile dire che possa fare un bottino tale da agguantare la testa della "corsa" che - ogni domenica - vede nuovi e grandi protagonisti. Per un campionato che pare tornare - pian piano - ad essere il più bello del mondo (clicca qui per il riassunto dei risultati delle partite della quarta giornata del campionato di Serie A e i marcatori e clicca qui per la classifica aggiornata di Serie A alla quarta giornata). 

DIRETTA SERIE A, RISULTATI E MARCATORI IN ATTESA DEL POSTICIPO (SINTESI) - Si sono concluse le partite della domenica pomeriggio, valide per la quarta giornata del campionato di serie A 2013-2014. Questi i risultati: Atalanta-Fiorentina 0-2, Bologna-Torino 1-2, Catania-Parma 0-0, Juventus-Verona 2-1, Roma-Lazio 2-0.

DIRETTA SERIE A, I RISULTATI E I MARCATORI LIVE ALL'INTERVALLO (QUARTA GIORNATA) - All'intervallo delle partite questi sono i risultati della quarta giornata di serie A 2013-2014: Atalanta-Fiorentina 0-1, Bologna-Torino 1-2, Catania-Parma 0-0, Juventus-Verona 2-1, Roma-Lazio 0-0. A Bergamo partita equilibrata, che la Fiorentina sta conducendo grazie ad una zampata del cileno Matias Ferandez. 3 gol a Bologna dove il Torino è passato in vantaggio al secondo minuto con Danilo D'Ambrosio, autore del secondo gol consecutivo dopo quello al Milan; pareggio bolognese ad opera di Natali, che incorna su punizione di Diamanti e ribadisce a rete dopo la respinta del portiere. Il Toro però torna in vantaggio con Alessio Cerci, che prima prende una traversa clamorosa su punizione, poi realizza ilcalcio di rigore concesso sugli sviluppi dell'azione. Reti inviolate a Catania tra i siciliani e il Parma, e a Roma dove il derby tra i giallorossi e la Lazio si mantiene equilibrato ma non decolla. Più emozioni a Torino dove la Juventus è passata in svantaggio per il gol di Cacciatore, ma ha poi recuperato con i nuovi acquisti, Tevez e Llorente.

DIRETTA SERIE A, I RISULTATI E I MARCATORI LIVE (QUARTA GIORNATA) - La quarta giornata del campionato di serie A 2013-2014 ha già registrato i risultati dei tre anticipi del sabato. Sono Cagliari-Sampdoria 2-2, Chievo-Udinese 2-1 e Genoa-Livorno 0-0. Nell'aperitivo domenicale delle 12.30 l'Inter ha distrutto il Sassuolo vincendo per 0-7. I nerazzurri hanno ritrovato anche il gol di Diego Milito, rientrato in campo dopo l'infortunio al ginocchio della scorsa primavera. Nella giornata di oggi (domenica 22 settembre) le altre partite di giornata: alle ore 15.00 Atalanta-Fiorentina, Bologna-Torino, Catania-Parma, Juventus-Hellas Verona, Roma-Lazio, alle 20.45 Milan-Napoli. L'Atalanta (3 punti) ospita la Fiorentina (7) che è reduce dal pareggio interno con il Cagliari: i viola vogliono rilanciarsi prontamente ma i bergamaschi saranno il solito osso duro. Al Dall'Ara di Bologna arriva il Torino (4 punti): i rossoblù padroni di casa (2) cercano la prima vittoria in campionato, e potranno contare sulla carica del pubblico di casa. Tra Catania (0 punti) e Parma (1) sono già in palio punti significativi in zona salvezza: entrambe devono ancora sbloccare la casella punti, e vittorie nel caso dei siciliani. La Juventus (7 punti) ospita l'Hellas Verona (6) che non ha mai vinto in casa dei bianconeri, ma ha iniziato la stagione col piede giusto: pronostico non così scontato. A Roma c'è il derby: giallorossi a punteggio pieno (9 punti), biancocelesti (6) per l'aggancio, si prospettano scintille. Chiude il gran gala di San Siro tra Milan (4 punti) e Napoli (9): i rossoneri puntano sull'orgoglio, i partenopei sullo slancio dell'ottimo avvio di stagione.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER LA DIRETTA DEI RISULTATI DELLE PARTITE DI SERIE A LIVE (QUARTA GIORNATA)


  PAG. SUCC. >